L’avventura di Jannik Sinner alle ATP Finals 2021 si era già conclusa questo pomeriggio, con la vittoria di Zverev, ma l’azzurro vende cara la pelle contro Medvedev. 6-0, 6-7, 7-6 per il russo.

Jannik Sinner in azione

Jannik Sinner in azione (FONTE: https://www.sportface.it/tennis/)

DUE ORE E MEZZA DI BATTAGLIA

Jannik Sinner ha dimostrato, ancora una volta, le sue capacità fuori dal mondo. L’azzurro, già estromesso dalle semifinali a causa del regolamento delle Finals (a parità di vittorie, sarebbe passato comunque Zverev, vittorioso questo pomeriggio contro Hurkacz, grazie al maggior numero di partite disputate nel torneo: l’azzurro, subentrato a Berrettini dopo il primo match, ne ha giocate solo 2 contro le 3 del tedesco), ha venduto cara la pelle, portando al terzo set il numero 2 del mondo, il russo Danil Medvedev.

6-0, 7-6, 6-7 in favore del russo. Dopo il disastroso bagel del primo parziale, l’altoatesino ha trascinato Medvedev a due tiebreak consecutivi, conquistando anche la seconda frazione e sfiorando la vittoria in due occasioni, ben annullate dal russo.

Tutta esperienza per Sinner che, in ogni caso, chiude il suo splendido 2021 nella Top10 del ranking mondiale ATP, assaggiando per un attimo il sogno di essere il primo italiano a vincere due partite alle ATP Finals.

LA CRONACA DEL MATCH

Partenza non ottimale per Sinner che, al primissimo game del match, concede subito un break Medvedev. Il russo conferma a zero il break nel gioco successivo per poi continuare a dominare lungo il corso di tutto il primo set: il numero 2 del mondo fornisce una prestazione maiuscola, ribattendo ogni proposta offensiva dell’azzurro, coraggioso a giocarsi ogni punto al limite, sostenuto dalla platea tricolore del Pala AlpiTour. Medvedev gioca con aggressività e rapidità, prendendosi con forza altri due break di vantaggio. Un vincente di rovescio chiude i conti in soli 25′: 6-0 netto, secco. Bagel in favore del russo. Ora Sinner è chiamato a reagire nella seconda frazione.

Nel secondo set, l’azzurro trova la reazione di cui aveva bisogno. Sinner alza i giri del suo tennis e raccoglie finalmente il suo primo game della partita. Medvedev prsoegue la sua partita su standard altissimi ma, al quarto gameSinner trova un insperato break, sfondando alla quarta occasione disponibile. L’entusiasmo del pubblico viene immediatamente placato dal controbreak del russo: la fortuna sembra sorridere a Medvedev che controbreakka grazie al nastro. Sinner è costretto a giocare sulle righe pur di far punto mentre Medvedev trova la strada più facilmente, continuando la sua straordinaria partita. Il match rimane on serve sino al tiebreak decisivo: l’azzurro prova a mettere pressione al gioco del suo avversario odierno ma il russo non molla di un centimetro. L’equilibrio continua anche al tiebreak, dove i due girano sul 3-3. Sinner piazza il minibreak sul 6-5 prima di chiudere con un gran dritto. 7-6 in favore dell’azzurro ed ora la situazione è di un set pari.

Nell’ultimo parziale, Medvedev parte bene, mantenendo il servizio. Il russo sembra volersela giocare sino in fondo, non tenendo conto della semifinale che lo vedrà protagonista questo sabato. L’incontro non vive momenti di sosta, mantenendo ritmi elevati anche in questo terzo setSinner salva una pesante palla break al quarto game, proprio prima di sottrarre il servizio a Medvedev nel gioco successivo: il russo incappa nei suoi primi errori del match e, con un gratuito ed un doppio fallo, regala il 3-2 all’azzurro che mantiene il turno di battuta a zero, confermando il break e volando sul 4-2. Il numero 2 del ranking mondiale non ci sta, trovando il controbreak all’ottavo game: la fortuna sembra ancora dalla parte di Medvedev che sfrutta il nastro per tornare in parità, prima di riportarsi avanti, mantenendo il servizio a zero. Sinner si tiene in partita: sarà ancora il tiebreak ad essere decisivo. Al cambio di campo, Medvedev si guadagna un minibreak, prontamente cancellato dall’altoatesino che, anzi, è il primo ad avere un match point a disposizione. L’equilibrio e la tensione si fanno sempre più intensi, punto dopo punto ma, alla fine, è il russo ad avere la meglio per 10-8. Il pubblico di Torino è comunque tutto in piedi per Sinner: dopo un primo set da dimenticare, l’azzurro ha reagito da vero campione, giocando a testa con il numero 2 del mondo, dimostrando, sempre più, quanto valga la Top10 mondiale.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie di tennis anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

mm
Gabriele Stragapede, 24 anni. Laureato nella facoltà CIM (Comunicazione, Innovazione e Multimedialità) dell'Università di Pavia. Aspirante giornalista sportivo ed attualmente editore per Azzurri di Gloria. Appassionato di calcio e di wrestling, scrive di tutto, un po'.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Tennis