Dopo ben 23 anni, l’Italia ritrova un suo tennista ai quarti di finale di Wimbledon: si tratta di Matteo Berrettini. Sonego viene eliminato da Federer.

Matteo Berrettini festeggia il quarto di finale conquistato a Wimbledon 2021
Matteo Berrettini festeggia il quarto di finale conquistato a Wimbledon 2021 (FONTE: https://www.corriere.it/sport/)

UN AZZURRO AI QUARTI DOPO 23 ANNI

Matteo Berrettini si qualifica ai quarti di finale di Wimbledon 2021, per la prima volta nella sua carriera, riportando i colori azzurri ai quarti del torneo londinese dopo ben 23 anni. Berrettini è il terzo giocatore italiano ai quarti di Wimbledon dopo Adriano Panatta e Davide Sanguinetti. Questo mercoledì, l’azzurro affronterà il canadese Felix Auger-Aliassime.

Nell’altro ottavo di finale a tinte azzurre, non riesce l’impresa, invece, ad un ottimo Lorenzo Sonego, eliminato quest’oggi da Roger Federer. Per l’elvetico è la 18^ qualificazione in carriera ai quarti di Wimbledon.

SONEGO – FEDERER 5-7, 4-6, 2-6

Buon avvio di Sonego che mantiene il servizio nel primo game del match, cedendo un solo a 15 a Roger Federer. L’azzurro non sembra dimostrare la tensione di giocare contro un peso massimo del tennis mondiale ed otto volte vincitore sul Centrale. La partita continua on-serve anche grazie alle tre palle break annullate da Sonego nel quinto game, dove l’azzurro può recriminare il fatto di essere stato avanti 40-0. Federer tiene il turno di battuta a zero e, nel game successivo, trova il primo break di giornata. Situazione di 5-3 per lo svizzero, che si avvicina alla conquista del primo set. Sonego non molla e, dopo aver tenuto il servizio a zero, trova il controbreak, sfruttando un enorme passaggio a vuoto di Federer, che perde il servizio a zero. L’undicesimo game è semplicemente folle: Sonego si porta avanti, ancora una volta, 40-0 ma Federer recupera, guadagnandosi una palla break. Arriva la pioggia ed il match si ferma, Venti minuti di stop e partita che prosegue indoor. Il set ricomincia, con tanto di tetto sul Centrale, e Sonego piazza un brutto doppio fallo, regalando il break decisivo allo svizzero. L’azzurro non vuole mollare e si guadagna due palle del controbreak nel dodicesimo game: Federer rimonta e chiude i giochi in un’ora di gioco effettiva. 7-5 per lo svizzero ma Sonego promette battaglia.

Altro buon avvio di Sonego nel secondo set. L’azzurro mantiene i propri turni di servizio, affidandosi alle palle corte a rete. L’equilibrio si spezza nel quinto game con Federer che trova il break. L’azzurro subisce l’aggressività del campione svizzero ed il break viene confermato nel gioco successivo. Sonego si mantiene in partita ma Federer è chirurgico a tenere la sua battuta a zero, andando a servire per il set nel decimo game. Nulla da fare per Sonego: anche in questo gioco, lo svizzero non lascia nemmeno un punto all’azzurro. 6-4 per Federer e match decisamente in salita per Sonego.

A differenza dei precedenti due set, in questo terzo parziale Sonego concede il break allo svizzero, pagando qualche errore di troppo in battuta. Federer non lascia scampo all’azzurro, andandosi a prendere il secondo break consecutivo, confermato nel game seguente. 4-0 per Federer che ora può gestire il match. Sonego continua a lottare ma non può nulla contro Federer: 6-2 e quarti di finale di Wimbledon conquistati per la 18^ volta in carriera. Una partita fondamentale per la crescita di Sonego che, per larghi tratti, ha giocato alla pari con il fenomenale campione elvetico.

BERRETTINI – IVASHKA 6-4, 6-3, 6-1

Parte bene Ivashka che mantiene a zero il primo turno di servizio del match. Berrettini è altrettanto in fiducia e rimedia al passaggio a zero del suo primo game, trovando il break nel terzo gioco, grazie a delle immediatamente ritrovate risposte. L’azzurro conferma il break grazie al suo servizio, ben contrapponendosi alle pericolose risposte di Ivashka. Berrettini amministra il gioco e chiude il set per 6-4. Un film che sa di già visto per l’azzurro che ha subito trovato il break ed ha poi ben gestito le offensive del bielorusso.

Subito break, confermato a zero nel game successivo, in apertura di secondo set per Berrettini. L’azzurro sembra essere in forma strepitosa, giocando il miglior tennis del suo torneo. Secondo break concesso da Ivashka nel quinto game e Berrettini avanti 4-1. Piccola reazione del bielorusso nell’ottavo gioco con il break trovato. Berrettini paga due doppi falli ed un leggero calo di concentrazione. Si riprende subito l’azzurro, archiviando la pratica secondo set nel game successivo, al quarto set point disponibile: 6-3 e partita in discesa per Berrettini. I quarti di finale di Wimbledon 2021 distano ora solo un set.

Berrettini non lascia scampo al suo avversario odierno, trovando il break nel secondo game di questo terzo set. L’azzurro conferma il break a zero grazie ad un ace ed una prima vincente. L’azzurro continua ad essere impalcabile al servizio, avvicinandosi sempre di più alla vittoria del match. Berrettini impone la sua firma sulla partita con il secondo break del set ed arginando ogni qual tipo di speranza rimasta in Ivashka. 6-1 e Matteo Berrettini si qualifica, per la prima volta in carriera, ai quarti di finale di Wimbledon.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie di tennis anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

mm
Gabriele Stragapede, 24 anni. Laureato nella facoltà CIM (Comunicazione, Innovazione e Multimedialità) dell'Università di Pavia. Aspirante giornalista sportivo ed attualmente editore per Azzurri di Gloria. Appassionato di calcio e di wrestling, scrive di tutto, un po'.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Tennis