Un primo turno dolceamaro per il tennis azzurro nell’edizione 2021 di Wimbledon. Il 19enne Jannik Sinner è stato subito eliminato. Avanti Berrettini, Fognini e Sonego.

Jannik Sinner
Jannik Sinner (FONTE: https://www.ubitennis.com/blog/)

SINNER MASTICA AMARO

Al via l’edizione 2021 di Wimbledon, di scena, come sempre, sui meravigliosi campi in erba in terra londinese. Tanti azzurri in campo in questo 1° turno con le conferme di Berrettini, Fognini, Seppi e Sonego, tutti qualificati al 2° turno, così come l’unica superstite in campo femminile, Camila Giorgi.

Sorprendente ed inaspettata l’eliminazione di Jannik Sinner a cui sfugge un match, nel quale era partito alla grande. Stessa sorte anche per Musetti, Cecchinato, Caruso e Travaglia, tutti eliminati. Passa il turno invece Mager.

SINNER – FUCSOVICS 7-5, 3-6, 5-7, 3-6

Classica partenza al rallentatore per Sinner che perde immediatamente un break nel primo gioco del match. La reazione dell’azzurro non si fa attendere: doppio break conquistato e 3-1 avanti grazie ad un ottima volèe. Sinner è bravo a mantenere il break di vantaggio, giocando un ottimo tennis e trovando sempre più confidenza sull’erba. Nell’ultimo game del primo set, sotto 40-30, trova 3 punti di fila che gli permettono di conquistare per 7-5 questa prima frazione.

Nel secondo set, la prima svolta è il break di Fucsovics nel quinto game: l’ungherese ha strappato il servizio a Sinner, sfruttando alcuni errori del 19enne azzurro. Fucsovics non si ferma e trova subito un altro break, portandosi sul 5-2, dopo un game combattutissimo. Piccola reazione per Sinner che trova il controbreak, strappando la battuta a zero, per il 5-3. Tutto da rifare per l’azzurro che cede nuovamente il turno di battuta nel game successivo. 6-3 per l’ungherese in questo secondo set.

Nel terzo set, Sinner non sembra trovare le controffensive giuste per cambiare il volto di questa partita. L’ungherese copre molto bene il campo, impedendo la maggior parte delle giocate al giovane azzurro. L’ultimo game è complicatissimo per Sinner che concede le prime palle break del set, immediatamente sfruttate da Fucsovics che vince la frazione per 7-5. Ora Sinner è sotto di due set ad uno.

Inizio scoppiettante di quarto set con break nel primo game di Sinner e controbreak di Fucsovics nel gioco successivo. Fucsovics mette la quinta nel momento decisivo del match: break nell’ottavo game e servizio per il match, che viene sfruttato al primo tentativo disponibile. Sinner eliminato al 1° turno. 7-5, 3-6, 5-7, 6-3 per Fucsovics.

BERRETTINI – PELLA 6-4, 3-6, 6-4, 6-0

Ottima partenza per Matteo Berrettini nel primo set, con il break trovato nel quinto game, grazie a quattro punti di fila in rimonta da una situazione di 30-0. L’azzurro gioca un grande tennis, mantenendo il break di vantaggio. Al decimo game chiude i giochi del primo set. 6-4 e Berrettini avanti.

Passo falso per Berrettini nel corso del secondo set: l’argentino Pella conquista e sfrutta la prima palla break della sua partita, portandosi avanti nel set per 4-2. Quest’unica palla break concessa costa caro all’azzurro. Pella ingrana le marce alte, portando il match in parità e vincendo il set per 6-3.

Grande equilibrio nel terzo set che si gioca on-serve per quasi tutta la sua durata. Berrettini rimane concentrato e chirurgicamente chiude con un dritto alla seconda palla set disponibile. 6-4 e quarto set per concludere il match.

Immediato break di Berrettini nel quarto set, nel corso del secondo game. Pella sembra non trovare la chiave di volta, subendo le offensive dell’azzurro che trova un altro break nel quarto game, portandosi avanti 4-0 ed indirizzando il match in suo favore. L’equilibrio mostrato nei primi set è completamente scomparso. L’argentino cede nuovamente il servizio nel sesto game. 6-0 per Berrettini ed accesso al 2° turno di Wimbledon 2021 conquistato.

FOGNINI – RAMOS-VINOLAS 7-6, 6-2, 6-4

Grandissimo equilibrio nel corso del primo set tra Fabio Fognini e lo spagnolo Ramos-Vinolas. L’equilibrio non si spezza nemmeno nel decimo game, con lo spagnolo abile ad annullare una palla set all’azzurro. Il tiebreak è decisivo per le sorti di questo primo set: due grandi colpi di Fognini gli permettono di vincere il primo set, dopo 45′ di grande battaglia.

Fognini sembra in forma smagliante, trovando il break nel quinto game del secondo set. L’azzurro mette in banca anche questa seconda frazione, con un altro break, questa volta nel settimo gioco. Fognini è estremamente concentrato, lasciando sul campo pochissimi errori e conquistando anche il secondo set. 6-2 e partita in discesa per il ligure.

Dopo la sospensione per oscurità della sera precedente, il terzo set può cominciare anche per Fognini e Ramos-Vinolas. L’iberico sembra maggiormente in partita dopo lo stop della sera prima, giocando alla pari con all’azzurro sino al quinto game. L’on-serve viene spezzato dal break di Fognini, grazie ad un aggressivo gioco di risposta. Lo spagnolo reagisce immediatamente, trovando il controbreak ma Fognini non molla di un centimetro, conquistando un altro break nel game successivo. Il break del settimo game è decisivo per il match, permettendo a Fognini di vincere anche questo terzo set: 6-4 per l’azzurro e 2° turno centrato.

SONEGO – SOUSA 6-2, 7-5, 6-0

Ottima partenza di Sonego nel match che con un doppio break si porta avanti per 5-2 nel primo set, in poco più di mezz’ora. Dopo l’intervento del fisioterapista per Sousa, l’azzurro archivia la pratica per 6-2, in un ottavo game infinito.

Buona reazione del portoghese nel secondo set, grazie al break trovato nel terzo game. Sonego non molla, trovando il controbreak nel decimo game, annullando anche un set point a Sousa. Il momento decisivo del set è proprio questo: l’azzurro ribalta completamente una situazione che sembrava disperata. Altro break nel dodicesimo game e 7-5 per Sonego in questa seconda frazione.

Il problema agli addominali di Sousa sembra peggiorare e lo condiziona per la restante parte della partita. Sonego ha vita facile, strappando il servizio a zero nel secondo game e trovando un altro break nel quarto gioco. Sousa ha ormai mollato il colpo e Sonego chiude il match, vincendo 6-0 questo terzo set e conquistando la sua prima vittoria in carriera a Wimbledon.

SEPPI – SOUSA 4-6, 6-4, 7-5, 6-2

Non una buona partenza per Andreas Seppi nel primo set: l’azzurro non sfrutta ben quattro palle break nel corso della frazione, lasciando campo alle iniziative di Sousa, che si porta a casa il primo set per 6-4.

Nel secondo set, parte molto bene l’azzurro, trovando subito il break e portandosi avanti 2-0. Sousa reagisce immediatamente, riportando la partita in parità. Equilibrio che continua per tutto il corso del secondo set, sino al decimo game, decisivo per le sorti del set: Seppi strappa il servizio al portoghese. 6-4 per l’azzurro.

Immediato break di Seppi all’inizio del terzo set: 2-0 e partenza in discesa per l’azzurro. Il portoghese trova il controbreak nel game successivo, riaprendo il set. L’azzurro è bravo a mantenere il break di vantaggio sino alla fine del set: 7-5 per Seppi, ora avanti di due set ad uno.

Grande partenza nel quarto set per Seppi che trova un doppio break, portandosi in poco tempo avanti per 4-1 in questa frazione. Seppi mantiene sapientemente il vantaggio, chiudendo con classe per 6-2 questo quarto set e guadagnandosi l’accesso al 2° turno di Wimbledon 2021.

MUSETTI – HURKACZ 4-6, 6-7, 1-6

Inizio equilibrato nel corso della prima frazione fra Lorenzo Musetti, al debutto assoluto da professionista in un torneo sull’erba, ed il polacco Hubert Hurkacz. Il gioco on-serve viene spezzato proprio sul più bello per l’azzurro: durante il decimo game, Musetti è impreciso, commettendo numerosi errori. Il polacco ne approfitta, portandosi a casa il primo set per 6-4.

Buona partenza per Musetti che costringe Hurkacz a salvare tre palle break nel primo game del secondo set. La partita continua con una situazione di sostanziale equilibrio, con pochissimi momenti nei quali trovare il break decisivo. Al tiebreak, il polacco è sicuramente più cinico, sfruttando la sua grande potenza al servizio. 7-6 per Hurkacz e montagna da scalare per Musetti.

L’inizio di terzo set non è promettente per l’azzurro: immediato doppio break in favore di Hurkacz e match sul 3-0. Musetti crolla sotto i colpi del polacco, non riuscendo più a tornare in partita. 6-1 finale in questo terzo set ed un altro azzurro che non accede al 2° turno di Wimbledon 2021.

TRAVAGLIA – MARTINEZ 3-6, 6-2, 4-6, 4-6

Pessimo inizio per Stefano Travaglia che esordisce in quest’edizione 2021 di Wimbledon, subendo il break dello spagnolo. 2-0 per Martinez in apertura. Serie di controbreak tra i due tennisti i campo che portano la partita sul 3-1, sempre in favore dell’iberico. Travaglia non riesce più a recuperare lo svantaggio accumulato: 6-3 per Martinez in questa prima frazione.

Buon inizio di secondo set per Travaglia che strappa subito la battuta allo spagnolo, portandosi sul 3-1. L’azzurro gioca un set strepitoso, spinto dall’entusiasmo del break iniziale. Travaglia chiude i giochi per 6-2, pareggiando i conti nel match.

Il terzo set segue un andamento diametralmente opposto rispetto al precedente. L’equilibrio la fa da padrone sin dall’inizio di questa frazione sino al decimo e determinante game: Martinez trova il break proprio al fotofinish, complicando la partita dell’azzurro. 6-4 per Martinez e Travaglia sotto di due set ad uno.

Partenza equilibrata nel quarto set: al break di Martinez nel terzo game, risponde subito il controbreak di Travaglia nel gioco successivo. Lo spagnolo trova il modo di rompere le difese di Travaglia, strappando la battuta nel settimo game e mettendo in discesa il suo match. Martinez chiude 6-4 in questo quarto set ed anche Stefano Travaglia viene eliminato al 1° turno di Wimbledon 2021.

CECCHINATO – BROADY 3-6, 4-6, 0-6

Una partenza non ottimale per Marco Cecchinato, mai in partita contro Broady, assoluto dominatore della partita. Il primo ed il secondo set seguono lo stesso copione. Un inizio equilibrato ed un finale tutto a favore del britannico che, in entrambi i set, trova il break nel finale della frazione: all’ottavo game nel primo set, al decimo nella seconda frazione. Broady deve poi solo amministrare il vantaggio accumulato, portandosi a casa i primi due set per 6-3, 6-4.

Il tracollo psicologico di Cecchinato è importante. L’azzurro non scende praticamente in campo nel terzo set, lasciando campo a Broady ed al suo tennis. 6-0 secco e Cecchinato eliminato.

MAGER – LONDERO 7-6, 6-0, 4-6, 6-3

Una partenza scoppiettante per Gianluca Mager che trova il break nel quarto game. Londero è bravo a rimanere concentrato, mantenendosi in partita e trovando anche il controbreak nel decimo game. Parità nuovamente stabilita e tiebreak che risulta decisivo in favore dell’azzurro.

L’argentino subisce un notevole contraccolpo per il tiebreak perso nel primo set: Mager infila tre break consecutivi, non permettendo a Londero di entrare mai nel match in questa seconda frazione. 6-0 netto per Mager e match in discesa.

Nel terzo set, Londero trova la reazione mai avuta nel set precedente. L’argentino trova il break nel primissimo game del set. Londero sfrutta il leggero calo di concentrazione dell’azzurro, mantenendo il break di vantaggio e portandosi a casa il set per 6-4.

Dopo l’interruzione per oscurità della sera precedente, il match ricomincia con grande equilibrio da entrambe le parti del campo. Mager trova il break decisivo nell’ottavo game, dopo aver annullato una palla break nel gioco precedente. Il servizio strappato a Londero è determinante: con convinzione, Mager si prende il match. 6-3 e Mager al 2° turno.

CARUSO – CILIC 6-7, 6-7, 1-6

Buona partenza per Cilic che trova il break nel quarto game di questo primo set. Caruso non molla, rimanendo pienamente in partita grazie alla conquista del controbreak nel nono game, alla seconda palla break disponibile. Nel finale di set, entrambi i tennisti mantengono ottimamente il proprio turno di servizio, portando questo primo set al tiebreak. Il croato reagisce con veemenza e cinismo all’ottima partenza dell’azzurro, conquistando, alla fine, tiebreak e set. Caruso subito sotto di un set e match interrotto per oscurità.

Dopo l’interruzione, il match ricomincia con lo stesso equilibrio della sera precedente. Il primo break odierno lo trova Cilic nel sesto game ma Caruso è bravo a rimanere in partita, riuscendo a trovare il controbreak nel decimo game, riportando il set in parità. Ancora una volta, è il tiebreak a decidere le sorti del set: il croato vince anche questa frazione, portandosi ora avanti di due set.

Non c’è storia nel terzo set. Caruso non riesce più a rientrare in partita, concedendo il break nel terzo e nel quinto game. Cilic dilaga, lasciando un solo gioco del set all’italiano. 6-1 per Cilic e prima vittoria in terra londinese rimandata per Salvatore Caruso.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie di tennis anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

mm
Gabriele Stragapede, 24 anni. Laureato nella facoltà CIM (Comunicazione, Innovazione e Multimedialità) dell'Università di Pavia. Aspirante giornalista sportivo ed attualmente editore per Azzurri di Gloria. Appassionato di calcio e di wrestling, scrive di tutto, un po'.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Tennis