Si sono conclusi gli Europei 2019 a squadre di Tennistavolo, con l’Italia protagonista nel Gruppo 2. Gli azzurri sono stati immediatamente eliminati.

Giorgia Piccolin agli Europei a squadre di Tennistavolo, Nantes (FRA)
Giorgia Piccolin agli Europei a squadre di Tennistavolo, Nantes (FRA) (FONTE: https://www.fitet.org/news/attivita-internazionale/)

IL COLPACCIO SFIORATO

L’Italia del Tennistavolo esce immediatamente dagli Europei 2019 a squadre, di scena a Nantes (FRA). Gli azzurri erano chiamati ad una vera e propria impresa, complice la presenza della Germania nel girone, per passare il turno ed accedere alla fase ad eliminazione diretta.

Ma è proprio la squadra tedesca ad eliminare gli azzurri, con un secco 3-0 nella gara conclusiva del Gruppo 2. Azzurre che hanno comunque il merito di aver lottato sino all’ultimo secondo, contro un’avversaria decisamente più quotata.

La prima partita vede in scena la numero 1 italiana, Debora Vivarelli (n° 85 del ranking mondiale Ittf), contro la rappresentante tedesca Han Ying – quarti di finale a Rio 2016 -. La portacolori azzurra è stata brava a recuperare i numerosi svantaggi durante il corso dei parziali ma è dovuta soccombere per tre set a zero (2-11, 7-11, 7-11). Un match senza storia per Vivarelli, mai vicina ad impensierire realmente la tedesca.

Il secondo match è stato il vero protagonista della sfida tra Italia e Germania. Giorgia Piccolin (n° 103 del mondo) ha sfidato Solja (n° 21) in una partita piena di emozioni e colpi di scena. Il primo set è in favore della tedesca, capace di far ben valere la sua esperienza ed il suo gioco. Cambio di marcia per Piccolin, nel secondo set, dove il match si è fatto equilibrato sino al parziale di 8-8. Due punti e decisivo set point in favore della bolzanina. 1-1. Meraviglioso il terzo set, giocato punto su punto, scambio su scambio sino al punteggio di parità assoluta di 9-9. Top di rovescio per l’altoatesina, diritto lungo per Solja e 2-1 Italia. Altra situazione di 9-9 anche nel quarto set di questo match dove, però, questa volta a sbagliare è l’azzurra che spedisce fuori di misura un flip di diritto, consegnando la parità alla Germania. Nella bella, delle sfumature hanno assegnato il successo a Solja, fredda nel capitalizzare il primo ed unico match point della gara, dopo un’ennesima situazione di 9-9 e con l’azzurra a 2 punti da un incredibile upset.

Le più giovani delle due squadre hanno dato vita alla terza sfida. Molta la differenza d’esperienza a favore della 22enne Nina Mittelham rispetto alla 16enne Jamila Laurenti, che nel primo set ha tenuto botta, sino a capitolare per 8-11. L’azzurra, vicecampionessa europea juniores e n° 203 al mondo nel ranking generale, ha provato a tenere testa anche negli altri due set, finendo per arrendersi alla maggiore esperienza della tedesca. 4-11, 5-11 i parziali finali. 3-0 Germania ed Italia eliminata dalla rassegna continentale.

LE BUONE PREMESSE

Le premesse per assistere ad un Italia combattiva c’erano tutte, soprattutto dopo l’ottima vittoria contro la Slovenia per 3-1. Nel primo incontro, Piccolin aveva ceduto alla mancina Katerina Strazar, che ha dominato la partita, chiudendola con i parziali di 4-11, 9-11, 5-11. L’unico set equilibrato è stato il secondo, dove l’azzurra ha dato prova di coraggio e carattere, evidenziate anche nella successiva partita contro la Germania, ed è stata capace di portare la gara in suo favore, arrivando persino a condurre. Sul 9-9, il servizio della slovena è stato decisivo che ha poi concretizzato il set point.

La protagonista della vittoria azzurra è stata sicuramente Debora Vivarelli, vincente per 3-0 contro Aleksandra Vovk (11-9, 11-5, 11-3) in una partita sempre più controllata dall’azzurra, come testimoniano i ben sette match point guadagnati nel corso dell’ultimo parziale. Vivarelli ha poi anche sconfitto Strazar per 3-2 (8-11, 7-11, 11-8, 11-7, 11-7). Una rimonta pazzesca dell’italiana che, sotto di due set, ha ribaltato completamente la situazione. Il servizio della slovena ha creato non poche difficoltà a Vivarelli, molto sofferente nei primi due parziali. Il vento cambia nel terzo set con Vivarelli che inizia ad imporre il suo gioco. Punto dopo punto, l’azzurra acquista sempre più confidenza, sino alla vittoria finale che ha portato l’Italia a giocarsi la qualificazione contro la Germania.

Buona la prestazione della giovane Jamila Laurenti, opposta a Lea Paulin, in un match molto equilibrato e conclusosi con i parziali di 14-12, 11-7, 11-9 in favore della teenager azzurra. Numerosi i break conquistati da Laurenti, sino al match point decisivo che ha mandato la contesa in archivio.

Queste le parole del coach Maurizio Gatti, a fine partita: “Volevamo assolutamente vincere e siamo entrati in campo determinati per riuscirci. Siamo contenti alla fine di avercela fatta. È chiaro che nel corso di una partita si può andare incontro a momenti difficili, l’importante è superali, rimettere la situazione sui binari giusti e centrare il risultato favorevole. Sono soddisfatto di come abbiamo giocato. Ora ci attende la Germania e non abbiamo nulla da perdere. Cercheremo di tenere sempre alta la concentrazione e di fare del nostro meglio, non dimenticando che le teutoniche hanno le qualità per schierare due squadre, non una, in grado di classificarsi fra le prime quattro. Se ci batteranno, nel prosieguo della manifestazione tiferemo per loro e se conquisteranno il titolo, con questo sistema, noi dovremmo arrivare noni”.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie di tennistavolo anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

mm
Gabriele Stragapede, 24 anni. Laureato nella facoltà CIM (Comunicazione, Innovazione e Multimedialità) dell'Università di Pavia. Aspirante giornalista sportivo ed attualmente editore per Azzurri di Gloria. Appassionato di calcio e di wrestling, scrive di tutto, un po'.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Tennistavolo