In Corea del Sud sono in corso i Mondiali di nuoto tra cui figurano anche i Tuffi, andiamo a vedere le gare odierne.

FONTE: sito federnuoto.it

CINA PIGLIA TUTTO, OTTAVO ORO IN ALTRETTANTE GARE

A Gwangju, in Corea del Sud, sono in corso i Mondiali di nuoto ed oggi per quanto riguarda i tuffi c’è stata la gara del Team Event, una competizione che aspetta ancora di essere inserita nel programma olimpico, forse a Parigi 2024, ma che ha esordito nei Mondiali a Kazan 2015.  

La coppia cinese Lin Shang e Yang Jian conquista l’oro con un punteggio di 416.65 punti. Si piazza al secondo posto, con un punteggio di 390.00 punti, la coppia russa composta da Nazin e Timoshinina che sembra aver trovato nella piattaforma il suo habitat naturale dopo le tante delusioni. Al terzo posto, con 357.65 punti si piazza la coppia americana Katrina Young-Andrew Capobianco (di chiarissime origini italiane), che nonostante una squadra giovanissima riesce a sfruttare gli errori degli avversari, in questa gara della Malesia che cestina il terzo gradino del podio con l’ultimo tuffo di Chew. 

LA GIOVANE ITALIA FORMATA DA GIOVANNINI-PELLACANI

In questo Team Event era presente anche l’Italia con la giovanissima coppia Riccardo Giovannini-Chiara Pellacani. 16 anni, compiuti il 14 marzo, per Giovannini, il più giovane tuffatore della spedizione Azzurra. 17 anni il 12 settembre per la Pellacani, già campionessa d’Europa dal trampolino tre metri in coppia con Elena Bertocchi agli Europei di Edimburgo 2018. 

Una gara, quella del Team Event, servita per scaldare i due atleti in vista delle gare individuali dei prossimi giorni. L’atleta romano che è un piattaformista ha eseguito molto bene il tuffo dal trampolino, commettendo due errori su due proprio dalla piattaforma. La campionessa d’Europa in carica Chiara Pellacani, non certo una tuffatrice all’esordio come il compagno, si è tuffata meglio dalla piattaforma che dal trampolino. 

LE DICHIARAZIONI POST GARA DEI PROTAGONISTI

Al termine della gara il direttore tecnico Oscar Bertone si è espresso così al sito della Federnuoto parlando di Giovannini-Pellacani: “Sono giovani e devono fare esperienza, il Team Event è una gara innovativa e loro sono l’espressione del rinnovamento. Sono due atleti che mostrano delle buone attitudini in questo tipo di gara, dove si alternano tuffi da tre e da dieci metri”. Poi è stato il turno dei due tuffatori che sempre al sito della Federazione si sono espressi così: “Il primo tuffo mondiale è andato bene –esordisce Riccardonegli altri due potevo fare molto meglio. Sono felice di essere qui, in squadra sono tutti carini con me. Nella piattaforma individuale non guarderò, ovviamente, al piazzamento ma penserò a fare del mio meglio”. Poi la parola passa a Chiara che si esprime così: “Siamo andati abbastanza bene. Adesso concentriamoci sui nostri tuffi. Io penso già alla gara dal trampolino da tre di giovedì. Domani mattina mi riposerò e poi riprenderò ad allenarmi”.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive di tuffi anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagram e YouTube.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Tuffi