Olimpiadi Tokyo 2020 giorno 6: arrivano altre quattro medaglie per l’Italia. Rodini-Cesarini nel doppio PL femminile di canottaggio portano a casa il secondo oro azzurro, grande sorpresa nel nuoto con Paltrinieri che si riprende e conquista un grande argento. Due bronzi azzurri arrivano nella scherma a squadre e nel canottaggio grazie alla coppia Oppo-Ruta.

Fonte Foto: pagina Facebook Federazione Italiana Nuoto

NUOTO

Semplicemente, Gregorio Paltrinieri. L’azzurro ha centrato un miracoloso quanto insperato argento negli 800 stile libero. Una gara favolosa, dove ha dato davvero tutto, pur essendo in condizioni fisiche precarie, a causa degli ultimi problemi di salute avuti. Ma Paltrinieri è stato un leone ed ha combattuto, sfiorando addirittura la medaglia d’oro. Qui, la cronaca della gara dell’azzurro.

Nella finale dei 100 stile libero, lo statunitense Dressel ha fissato il nuovo standard di record olimpico in 47″02. Alessandro Miressi ha chiuso in 6^ posizione con 47″82, calando drasticamente nei secondi 50m.

Inspiegabilmente, Francesca Fangio è stata eliminata nelle semifinali dei 200 rana. L’azzurra ha chiuso ultima in 2:27.56, quasi 4″ più lenta rispetto al suo stesso tempo in batteria. Un’occasione sprecata per la nuotatrice azzurra che non è sembrata avere il passo di tutte le altre atlete in gara. Nella stesa gara, la sudafricana Tatjana Schoenmaker ha sfiorato il record del mondo per soli 22/100: tempo di 2’19″33 per lei.

In una semifinale insidiosa, Alberto Razzetti ha concluso con il tempo di 1’57″70, il 9° assoluto, sfiorando per soli 0″66 l’accesso alla finale dei 200 misti. L’azzurro ha sicuramente pagato la frazione di dorso, suo tallone d’Achille, e l’errore nella virata tra il dorso e la rana. Grande amarezza per Razzetti che ha sognato la finale.

Torna in acqua Simona Quadarella dopo il flop dei 1500sl, dovuto ai postumi di un’influenza intestinale che l’ha costretta a interrompere gli allenamenti nei giorni dell’arrivo a Tokyo: per lei il terzo tempo e l’accesso alla finalissima alle spalle di Ledecky e Grimes. Out dalla semi Burdisso e Condorelli nei 100 farfalla, accede col 12° tempo Panziera nei 200 dorso. Qualificazione agevole per la 4×100 mista mista, che andrà a caccia della medaglia nella notte.

CANOTTAGGIO

La prima gioia della nottata italiana la regalano Stefano Oppo e Pietro Willy Ruta, che hanno conquistato una strepitosa medaglia di bronzo nel doppio pesi leggeri maschile. Tempo di 6:14.30 per gli azzurri. Qui, la cronaca della gara.

Ma le sorprese non sono finite qui. Valentina Rodini e Federica Cesarini hanno vinto la medaglia d’oro nel doppio pesi leggeri femminile, portando a 2 il numero di ori per il team olimpico azzurro.. Una medaglia straordinaria per le azzurre, combattive sino all’ultimo secondo. 6:47.54 il loro tempo in finale: tanto è bastato per il sorpasso negli ultimi 50m e la medaglia d’oro. Qui, la cronaca della finale.

Nulla da fare nei doppi maschili e femminili. Vincenzo Abbagnale e Giovanni Abagnale hanno chiuso al 5° posto la finale B, l’11° globale, con un tempo di 6:31.43. In campo femminile, Aisha Rocek e Kiri Tontodonati hanno concluso la loro finale B in 7:04.46: 12° posto complessivo in classifica per le azzurre.

Esce di scena anche Gennaro Alberto di Mauro, nella sua semifinale nell’individuale con il tempo di 6:50.19. L’azzurro sarà in gara nella finale B.

TIRO A VOLO

Silvana Stanco ha centrato la finale nel trap femminile, con un ottimo punteggio di 121/125 dopo i 5 round di qualificazione, dietro alla sammarinese Alessandra Perilli ed alla neo detentrice del record del mondo in qualificazione, la slovacca Zuzana Rehak Stefecekova. Una serie perfetta: 125/125.

Jessica Rossi, portandiera azzurra, è stata invece eliminata. Non è bastato il suo 119/125 per avere accesso alla finale. Grande delusione per l’azzurra.

Mauro de Filippis ha chiuso con 122/125 i round di qualificazione alla finale del trap maschile, con un 25/25 all’ultimo round. L’azzurro ha disputato lo shoot-off per avere la possibilità di giocarsi la finale ma è uscito di scena immediatamente, sbagliando al secondo tiro.

Mai pienamente in gara, Silvana Stanco, nella finale del trap femminile. L’azzurra ha avuto subito difficoltà a mantenere la precisione mostrata nel turno di qualificazione, non inserendosi mai nei discorsi medaglia. Stanco ha chiuso 5^, eliminata al 2° giro (30° piattello), con un punteggio sino ad allora di 22/30.

Nella stessa gara si è scritta, però, la storia per i nostri vicini di territorio. San Marino, infatti, ha trovato la prima medaglia ai Giochi Olimpici di tutta la sua storia. La tiratrice sammarinese Alessandra Perilli ha riscattato il 4° posto ottenuto a Londra 2012, conquistando la medaglia di bronzo in questa finale di trap femminile. Perilli inserisce il nome di San Marino nel medagliere olimpico. La storia è stata fatta.

VOLLEY FEMMINILE

Primo set in cui l’Argentina ha provato a rimanere in partita, poi nel momento decisivo le Azzurre sono state più concrete. Ad inizio secondo set l’Albiceleste ha provato a scappar via, ma invano, perché l’Italia ha recuperato, poi è stato come un allenamento con coach Mazzanti che ha ruotato un po’ le giocatrici. Le nostre avversarie sono calate drasticamente da metà secondo set in poi. Per le Azzurre arriva la terza vittoria su tre match, adesso arriverà la Cina, poi la sfida agli USA che completerà la Pool. Qui, la cronaca integrale della partita delle Azzurre.

SCHERMA

Ha passato il turno, senza patemi d’animo, l’Italia del fioretto a squadre femminile, battendo agevolmente l’Ungheria col punteggio di 45-32 e risultando essere sempre in controllo della sfida. Batini, Errigo e Volpi accedono alle semifinali, dove sfideranno la Francia.

Incredibile harakiri del team femminile azzurro di fioretto, eliminato in semifinale dalla Francia per 45-43, dopo essere stato in vantaggio addirittura di 9 stoccate (25-16) a metà incontro. Una gara che sembrava dominata da Volpi, Errigo e Batini ma che poi ha visto una clamorosa reazione d’orgoglio delle francesi, abili a ribaltare completamente l’esito della sfida.

Reazione d’orgoglio che hanno avuto anche le azzurre che, nella finalina 3°/4° posto, hanno battuto gli Stati Uniti per 45-23, dominando e conquistando almeno una medaglia di bronzo che sa tanto di consolazione per Arianna Errigo, Alice Volpi, Martina Batini e la sostituta Erica Cipressa. Le azzurre, sopra nuovamente in questo incontro per 25-16 a metà gara, non si sono lasciate andare come in semifinale ma, anzi, hanno aumentato il loro vantaggio, mettendo in sicurezza una medaglia che poteva senz’altro essere di un metallo più importante, se non fosse stato per il blackout avuto in semifinale. Arriva, quindi, questo bronzo ma con un sapore incredibilmente agrodolce.

CICLISMO

Giacomo Fantoni viene escluso durante i quarti di finale del BMX racing. L’azzurro ha chiuso al 5° posto con 14 punti la sua heat di qualificazione alle semifinali. Passavano solo i primi 4 di ogni heat

PALLANUOTO

Strepitosa vittoria del Settebello contro gli Stati Uniti. Gli azzurri, sotto 7-5 a metà match, hanno compiuto una rimonta incredibile, recuperando lo svantaggio accumulato ed andando a vincere la partita all’ultimo secondo per 12-11. Il goal decisivo lo ha realizzato Christian Presciutti. Con questa vittoria, il Settebello si è portato in testa al proprio raggruppamento.

CANOA

Marta Bertoncelli è stata eliminata in semifinale nello slalom femminile. L’azzurra, dopo una manche non disputata alla sua altezza e 2″ di penalità, ha concluso la sua gara in 15^ posizione con un tempo di 145″71.

TIRO CON L’ARCO

Dopo aver passato il 1° round in scioltezza, eliminando la polacca Zylanska per 6-0 (27-26, 26-21, 27-25) in tre set, Lucilla Boari se l’è vista con la connazionale Chiara Rebagliati che, a sua volta, aveva passato il 1° turno, sconfiggendo la svedese Bjerendal per 6-2 (24-26, 26-22, 28-25, 27-22). Il derby tutto azzurro ha visto prevalere Boari, dopo una rimonta strepitosa. Boari era sotto di 2 set, prima di trovare una maggior precisione rispetto alla connazionale, ribaltando la situazione e portandosi a casa i 3 set successivi. 6-4 (26-25, 26-25, 24-25, 26-28, 25-27) per Boari su Rebagliati e fasi finali raggiunte.

Eliminata, invece, Tatiana Andreoli, sconfitta in rimonta per 6-2 (28-26, 24-28, 25-27, 30-25) dalla francese Barbelin che, nell’ultima prova, si è portata a casa la vittoria con un tondo triplo 10. Con Andreoli out al 1° turno, ci sarà solo Lucilla Boari a difendere i colori azzurri agli ottavi di finale.

BOXE

Resta l’amaro in bocca per Giordana Sorrentino, eliminata ai punti (5-0) dalla boxer di Taipei Huang Hsiao-wen agli ottavi di finale del torneo olimpico della categoria 48-52kg. L’azzurra, peso mosca, ha interrotto qui il suo viaggio a Tokyo 2020.

GOLF

Guido Migliozzi ha chiuso il primo giro del torneo di golf di queste Olimpiadi di Tokyo 2020 con un perfetto par. Renato Paratore, invece, stava chiudendo la 18^ buca, con un parziale di -1, prima di un’interruzione a causa del maltempo. Le condizioni erano troppo pericolose per i golfisti per continuare. Dopo l’interruzione, Paratore ha chiuso in par: due bogey nelle ultime due buche hanno condizionato la gara dell’azzurro, fino ad allora competitivo con i golfisti di testa.

VELA

Terminata la seconda giornata nei 470 donne di vela, le azzurre Elena Berta e Bianca Caruso hanno chiuso none con una prova che lascia ancora molta incertezza in ottica medaglia. Le azzurre sono a -15 dall’attuale terzo posto, mancano 6 regate e la Medal Race.

Successo invece nella gara dei Nacra 17. La coppia mista azzurra formata da Ruggero Tita e Caterina Banti ripete i buoni risultati della prima giornata. Oggi a Enoshima resiste al comando della classifica generale quando mancano 6 regate di flotta e la decisiva Medal Race al termine della competizione.

Decimo posto parziale al termine dell’ottava regata per l’azzurra Silvia Zennaro. L’italiana termina al sesto posto e ora è a quindici punti di distacco dalla zona medaglie.

GINNASTICA

Si è conclusa oggi la finale femminile all-around di ginnastica artistica. L’ oro è andato al collo della statunitense Sunisa Lee. Un successo per gli Usa arrivato al termine di una gara davvero combattuta contro il Brasile, punteggio totale di 57.433. Medaglia d’argento per la brasiliana Rebeca Andrade che pure a lungo era rimasta leader della classifica generale, ma dopo qualche piccolo errore si ritrova al secondo posto con il punteggio di 57.298. Al terzo posto la russa Angelina Melnikova, bronzo davanti alla connazionale Urazova. Purtroppo lontane dal podio le due atlete azzurre: Martina Maggio ha concluso con il 19^ posto e il punteggio di 52.565, mentre Alice D’Amato è ventesima a 51.899

OLIMPIADI TOKYO 2020: NEWS, RISULTATI E MEDAGLIERE AGGIORNATO

News sulle Olimpiadi di Tokyo 2020 tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitter, Instagram e YouTube.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *