Il giorno (o meglio, la notte) che tutta l’Italia attendeva con ansia è arrivato. Sofia Goggia, dopo le ottime prove cronometrate, disputa una gara sontuosa e commovente. Non basta però per l’oro, che sfuma per soli 16/100 e va a Corinne Suter, che rovina la festa azzurra: oro svizzero, argento Goggia e bronzo per Nadia Delago, con Curtoni 5a. Saliamo a 13 medaglie. Nessun buon risultato dal biathlon dove gli italiani attivano comunque settimi. Oltre metà classifica anche per gli azzurri della combinata nordica e de bob. Buona prestazione invece per il team azzurro del curling

OLIMPIADI INVERNALI LIVE, DAY 11: SEGUI TUTTE LE GARE DEGLI AZZURRI!

La giornata più attesa dai tifosi e appassionati di sport italiani è finalmente arrivata. Dopo un recupero-lampo e a tratti azzardato, Sofia Goggia va a caccia di una medaglia nella sua discesa libera e la conquista, con una gara strepitosa e commovente e un iconico urlo liberatorio finale. Negli ultimi giorni, la bergamasca ha attraversato tutti gli stati d’animo: forte pessimismo al suo arrivo in Cina, piccola euforia e possibilismo dopo la prima prova cronometrata, sorrisi e auto-convinzione dopo la seconda prova, chiusa al 4° posto nonostante (parole sue) “alcuni seri errori di linea da sistemare”. Sofia è una perfezionista, il ginocchio regge e l’azzurra sfodera una prova da ricordare, rovinata solo da un leggero calo di velocità nel piano finale che le costa l’oro. La vittoria va a Corinne Suter, per soli 16/100, ma Sofia Goggia è argento e Nadia Delago bronzo (+0.57) nella festa azzurra, che vede Elena Curtoni quinta e un un-due-tre italiano sul podio per qualche minuto. Nel biathlon settimo posto, mentre arrivano oltre metà classifica gli azzurri della combinata nordica e la coppia dello slittino Patrick Baumgartner e Robert Mircea. Buone notizie invece dal curling, dove il team azzurro si riprende dopo la sconfitta di ieri col Canada e batte gli Stati Uniti per 10-4.  Al termine della giornata di gare l’Italia sale dunque a 13 medaglie.

15:20 – Grande impresa dell’Italia! Buone notizie nell’ultima sfida di oggi degli azzurri del curling contro gli Stati Uniti, il team tricolore va in rimonta guadagnando un punto nel settimo end e ben quattro punti nell’ottavo. Il team americano si arrende e gli ultimi due set non vengono giocati dopo il risultato di 10-4 che porta avanti i nostri atleti

14:50 – Tentativo di recupero dell’Italia del curling che colleziona un punto al termine del sesto end, accorciando così le distanze dagli Usa e dissando il punteggio sul 5-4. Ora il team azzurro dovrà spingere per tentare il sorpasso prima dell’ultimo end

14:30 – Intanto la coppia del bob Patrick Baumgartner e Robert Mircea non riesce ancora a migliorare il risultato delle batterie di ieri e termina al 21° posto in 3:00.93, non si qualificano per la batteria quattro, dove verranno assegnate le medaglie ai primi tre classificati

14:30 – Recupero degli Stai Uniti nel culrling. Con due punti guadagnati al termine del quinto set il team americano fissa il punteggio sul 5-3 sull’Italia

14:15 – Un punto solo per l’Italia alla fine del quarto end. Ora siamo di fronte a un pareggio di 3-3, e saranno gli ultimi end a decidere chi uscirà vincitore da questa sfida agguerrita tra il team azzurri del curling e quello americano

13:48 – È un botta e risposta continuo nel curling. Gli Usa tornano in vantaggio con due punti e il punteggio totale di 3 a 2 sugli azzurri al termine del terzo end

13:37 – È iniziata anche la terza batteria del bob maschile a due. Per l’Italia ci sono i due azzurri Patrick Baumgartner e Robert Mircea

13:36 – Grande recupero dell’Italia nel curling! Gli azzurri recuperano lo svantaggio e fanno due punti alla fine del secondo end, ora sono loro a condurre per 2 a 1 sugli Stati Uniti

13:28 – Al termine del primo end sono gli Stati Uniti a condurre per 1 a 0 sull’Italia

13:05 – Le gare azzurre proseguono con il curling. L’Italia sfiderà gli Stati Uniti nella decima sessione dei gironi maschili. Dopo la sconfitta ieri contro il Canada il team azzurro è alla ricerca di un riscatto

12:06 – A vincere questa 10 Km sci di fondo ella combinata nordica è la Norvegia, che si prende i primi due posti grazie al più veloce Jorgen Graabak, primo in 27:13.3, e al secondo Jens Luraas Oftebro che è il secondo a tagliare il traguardo in 27:13.7. Terzo il giapponese Akito Watabe con il tempo di 27:13.9

12:02 – Giunge al termine anche la 10 Km sci di fondo della combinata nordica. Non ci sono grandi risultati per gli azzurri che tagliano il traguardo abbondantemente oltre metà classifica. Raffaele Buzzi è 22° in 29:18.9, Allessandro Pittin 33° in 29:18.9, Samule Costa arriva 38° in 32:22.3 e subito dietro di lui c’è l’ultimo azzurro in gara Iacopo Bortolas 39° in 32:29.6

9.55 – Si è conclusa la prova di salto dal trampolino LH della combinata nordica. Guida Riiber con un salto strepitoso: 142m, 139.8pti e 44” sul primo rivale. Buzzi (21°) scatterà dopo 2’44” ed è il migliore dei nostri: 29° Bortolas (+3’28”), 40° Costa (+5’02”) e 43° Pittin (+5’36”).

9.05 – Inizia la prova di salto con gli sci dal trampolino LH, valida per la combinata nordica. L’Italia schiera Buzzi, Bortolas, Pittin e Samuel Costa.

8.54 – Si ribalta tutto nella staffetta 4×7.5km del biathlon: rimonta della Norvegia, oro davanti alla Francia (+27″4) e alla Russia (+45″), che butta via una gara vinta con un ultimo poligono ai confini della realtà. Un calo di Windisch fa scivolare l’Italia in 7a posizione, a 1’58”. Paradosso azzurro: di fatto Bormolini e Giacomel, con l’incoscienza della gioventù, si sono comportati meglio dei veterani in questa staffetta.

8.44 – Clamoroso! La Russia sbaglia tantissimo nell’ultimo poligono e deve fare due giri di penalità. Rischia di sfumare l’oro, con la Norvegia che effettua un clamoroso sorpasso dopo essere stata indietro per tutta la gara. Si ribalta la classifica!

8.42 – Windisch commette un errore, ma è velocissimo nell’utilizzare la ricarica. L’Italia mantiene la quinta posizione in questa staffetta maschile del #biathlon, dominata dalla Russia.

8.32 – Terzo cambio (22.5km) nel biathlon. Russia sempre dominante, con 41” sulla Francia e 43” su Norvegia e Germania. Giro strepitoso di Johannes Boe, ha recuperato un minuto! Italia quinta a 1’35”, ora Windisch per chiudere.

8.26 – Cinque su cinque per Lukas Hofer nel secondo e ultimo poligono. All-in azzurro e 5a posizione, a 1’40” dalla Russia e a una trentina di secondi dal podio.

8.19 – Quattro errori al poligono per Hofer nella posizione a terra. Finiscono qui, probabilmente, i sogni di gloria per l’Italia: dobbiamo effettuare il giro di penalità e scivoliamo in 7a posizione. Punteggio estremamente deludente per l’azzurro, che aveva ottenuto uno strepitoso 20/20 nell’inseguimento, sfiorando il podio…

8.11 – Secondo cambio nel biathlon ai 15km. Domina la Russia, complice una grande frazione di Loginov, che allunga a 36” sulla Francia. L‘Italia chiude al quarto posto, alle calcagna della Bielorussia terza, con un ritardo di 1’12”. Ora Hofer per andare all’attacco del podio. Controprestazione della Norvegia: Johannes Boe parte a 1’48” dai leader e a 36” dal podio. Peggio la Svezia: 2’06” dalla testa della corsa.

8.06 – Tre errori per Giacomel, che però è bravo a centrare i bersagli mancati in precedenza con le ricariche ed evitare il giro di penalità. Ed è anche fortunato: la Bielorussia sbaglia molto, e ora l’Italia è agganciata al terzo posto!

7.58 – Cinque su cinque! Giacomel conclude un ottimo primo giro sugli sci con un grande poligono a terra, senza errori. L’Italia resta in quarta posizione e accorcia leggermente sulla zona-podio, portandosi a 17” dai francesi

7.53 – Perde una posizione e chiude 18° Donaggio nel freestyle slopestyle. Eliminazione ufficiale per l’azzurro, che non centra la finale.

7.52 – La situazione al primo cambio (7.5km): Russia e Bielorussia in testa, Francia terza a 7”8 e Italia quarta a 31”, precedendo la Cina. Bormolini passa il testimone a Giacomel, che ha sbagliato molto dal poligono nelle prove individuali. Cambia a 40”, invece, la Norvegia: Tarjei Boe dovrà iniziare a ricostruire la rimonta.

7.46 – Doppio errore per Bormolini in un secondo poligono ricco di colpi di scena. La Norvegia commette tantissimi errori e deve effettuare il giro di penalità, azzurri invece che scivolano in 6a posizione a 12” dal gruppetto di testa, guidato da Francia e Russia.

7.40 – Non supera il taglio Leonardo Donaggio nel #freestyle slopestyle. Seconda run deludente dell’azzurro, che mantiene dunque i 63.48pti della prima manche. Verrà eliminato e non conquisterà la finalissima, visto che si trova già in 17a posizione.

7.38 – Ottimo primo poligono di Bormolini: cinque su cinque a terra e Italia che resta in ottima posizione nel gruppetto di testa.

7.30 – Inizia la staffetta 4×7.5km del biathlon maschile. L’Italia schiera Bormolini e Giacomel nelle prime due frazioni, per poi andare all’assato nelle fasi finali con Hofer (4° ieri) e Windisch. Medaglie difficili, ma gli azzurri daranno tutto.

6.27 – Buona prima manche di Leonardo Donaggio nelle qualificazioni del freestyle slopestyle: 63.48pti che lo piazzano al momento tra i migliori dodici. A breve la seconda run.

6.03 – Ci ricomponiamo dopo la storica doppia medaglia in discesa e il commovente argento di Sofia Goggia, e torniamo a seguire le gare degli azzurri. A breve assisteremo alla prova di Leonardo Donaggio nelle qualificazioni del freestyle slopestyle. Il 18enne insegue la finale.

5.36 – ARGENTO E BRONZO! Una strepitosa prova di squadra ci regala una storica doppia medaglia nella discesa libera, che ci porta a quota 13 nelle Olimpiadi. Sofia Goggia compie l’impresa e vede sfumare l’oro, che va a Corinne Suter, per soli 16/100. Arriva l’argento. Bronzo per Nadia Delago, a 57/100. Quinta Elena Curtoni.

5.28 – Non cambierà più nulla in classifica: oro a Corinne Suter in 1.31.87, argento a Sofia Goggia per soli 16/100 e bronzo a Nadia Delago (+0.57) per una storica doppia medaglia azzurra. Italia a quota 13, che festeggia anche il quinto posto di Elena Curtoni (+0.84), a lungo in testa. Appena fuori dalle dieci Nicol Delago, 11a a 1”82.

5.19 – Sofia Goggia deve avere un solo e grande rammarico, per questa discesa: nel tratto finale di scorrimento ha perso sia da Suter (34/100), che da Nadia Delago (29/100). Di fatto, l’oro è sfumato lì, ma il suo risultato resta storico e commovente.

5.14 – Clamorosa controprestazione di Lara Gut, che chiude a 2”16, addirittura fuori dalla top-15. Si avvicina il doppio podio azzurro, l’unico ostacolo di rilievo è Tippler.

5.05 – Corinne Suter batte Sofia Goggia con un grande tratto finale. Tempo di 1.31.87 per l’elvetica. Sfuma il sogno azzurro.

5.01 – MOSTRUOSA SOFIA GOGGIA! Gara pazzesca di Sofia, più forte del dolore e di quell’infortunio patito venti giorni fa! Uno-due-tre azzurro: Goggia chiude in 1.32.03, con 41/100 su Nadia Delago e 84/100 su Elena Curtoni. Starà per succedere una cosa?

4.58 – Dopo una prova dimenticabile di Shiffrin, arriva il momento più atteso dai tifosi azzurri. Tocca a Sofia Goggia. Incrociamo le dita.

4.55 – Strepitoso finale di Nadia Delago, che sfodera un grandissimo numero e demolisce il tempo di Elena Curtoni: 1.32.44 e 43/100 sulla compagna di squadra. Che Italia a Yanqing!

4.52 – Sbaglia proprio nella durissima parte centrale Nicol Delago, che a metà percorso si trovava a 28/100 da #Curtoni. Chiude quinta a 82/100, ora il tv break e poi sua sorella Nadia, che ha svolto delle ottime prove cronometrate.

4.49 – Tocca a Nicol Delago. Il tempo da battere è di… Elena Curtoni, quell’1.32.87 che si sta rivelando insormontabile per tutte le avversarie. La valtellinese guadagna tantissimo nella seconda parte del tracciato e precede Haehlen (+0.29), Puchner e Gagnon (+0.58).

4.32 – Tempo di 1.32.87 per Elena Curtoni. Prime sensazioni sulla sua prova: qualche errore nella parte alta e ottimo tratto centrale, con un picco di velocità di 130.9km/h.

4.30 – Inizia la discesa libera femminile. Inizia dalla nostra Elena Curtoni.

4.06 – La startlist della discesa libera: apripista Elena Curtoni con l’1, Nicol e Nadia Delago col 10 e l’11, Sofia Goggia col numero 13. Le altre favorite/big: 6 Mowinckel, 12 Shiffrin, 15 Suter, 17 Weidle (ottima in prova), 19 Gut. Solo 36 atlete al via

4.05 – Confermata la partenza alle 4.30 per la discesa femminile. Vento in diminuzione, non dovrebbero esserci ulteriori rinvii.

4.03 – Il freestyle slopestyle tornerà in scena alle 5.30, con le qualificazioni della prova maschile. Schieriamo Leonardo Donaggio, ottimo 5° nella precedente gara della disciplina. A soli 18 anni!

4.01 – Si è conclusa la finalissima del freestyle slopestyle. Oro svizzero con Gremaud (86.56pti), argento per un soffio Aileen Gu (86.23), mentre è terza l’estone Kelly Sildaru (82.06). Silvia Bertagna chiude 10a per @Fisiofficial con 61.85pti.

3.51 – Punteggio clamoroso di Aileen Gu! La cinese, di origini statunitensi, disputa una terza manche sontuosa e arriva a soli 33/100 dall’oro, chiudendo in 86.23.

3.49 – Manterrà la 10a ed ultima posizione, dopo i ritiri di Hamill ed Asselin, Silvia Bertagna nella finalissima del freestyle slopestyle. L’azzurra commette un errore nella terza run e non si migliora, restando ferma a 61.85pti.

3.45 – Aggiornamento dalla discesa libera femminile. Il forte vento nella parte alta spinge gli organizzatori a rinviare lo start alle 4.30 italiane. Tra mezz’ora il punto sulla situazione ed un eventuale nuovo slittamento.

3.27 – E infatti, Silvia Bertagna scivola in 10a posizione coi suoi 61.85pti. Guida la svizzera Gremaud (86.56), che ha scavalcato Sildaru. Un errore nella seconda run per l’altra favorita, la cinese Aileen Gu, ora 7a con 69.90pti.

3.10 – Si migliora Silvia Bertagna nella seconda run del #freestyle (slopestle). Punteggio di 61.85. Nonostante questo, perderà qualche posiozione, visto il miglioramento delle rivali .

3.00 – Silvia Bertagna chiude quinta dopo la prima run della finalissima del #freestyle slopestyle, che vede in testa l’estone Kenny Sildaru. Una classifica, quella dell’azzurra, che non deve ingannare: il suo punteggio è abbastanza basso, e molte big hanno commesso errori…

2.43 – Prima manche sottotono per Silvia Bertagna nella finalissima del freestyle slopestyle. Punteggio basso per l’azzurra, scarsamente premiata dalla giuria dopo dei trick poco ambiziosi: 48.50.

2.30 – Si inizia con la finalissima del freestyle slopestyle: Silvia Bertagna, che si è qualificata come ottava, scenderà sul campo di gara per quinta. Saranno tre le run della finale, conta il miglior punteggio.

2.20 – Chiusura col bob a due: Baumgartner e Mircea partono dal 21° posto e disputano le ultime due manches, decisive per assegnare le medaglie.

2.15 – Torna in scena anche il curling, dopo il ko contro il Canada che al 99.9% farà sfumare ogni residua chance di qualificazione. L’Italia affronterà gli USA, alle 13.05.

2.10 – Alle 9 torna l’appuntamento con la combinata nordica, stavolta dal trampolino LH. L’Italia schiera, nella prova di salto dal trampolino lungo e nella 10km successiva sugli sci da fondo, il seguente quartetto: Iacopo Bortolas, Raffaele Buzzi, Samuel Costa (arrivato in Cina dopo la prima gara) e Alessandro Pittin. Manche di salto dalle 9, manche sugli sci dalle 12.

2.05 – Alle 7.30, invece, ecco la staffetta maschile del biathlon in un’intensa 4×7.5km: il capitano, per i risultati ottenuti sin qui, sarà Lukas Hofer (4° ieri nell’inseguimento). Al suo fianco Windisch, Bormolini e Giacomel.

2.00 – Subito dopo la discesa libera, torna il freestyle, stavolta con lo slopestyle maschile. Leonardo Donaggio, 18enne che ha sfiorato il podio nella prima gara acrobatica sugli sci, sarà in gara nelle qualificazioni: prima run alle 5.30, seconda alle 6.30.

1.55 – Si prosegue con la discesa libera, prevista alle 4 italiane. Goggia a caccia di una medaglia a soli venti giorni dall’infortunio, ed occhio anche alle sorelle Nicol e Nadia Delago e ad Elena Curtoni, che parte però come quarta forza azzurra e outsider. Non ci sarà, dopo una pessima prova cronometrata (30° posto), Federica Brignone: la valdostana ha messo in dubbio anche la partecipazione alla combinata, dove veniva data tra le favorite per una medaglia.

1.50 – La giornata di gare per l’Italia inizierà alle 2.30, con la prima run della finalissima del freestyle slopestyle femminile: Silvia Bertagna si è qualificata in ottava posizione. Seconda run alle 3 circa, terza e ultima dopo le 3.30.

OLIMPIADI INVERNALI: ULTIME NEWS E RISULTATI

News sulle Olimpiadi Invernali Pechino 2022 tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagram.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Biathlon