L’Italia ha eguagliato le dieci medaglie di PyeongChang e le supera già nella notte: Michela Moioli e Omar Visintin sono argento nel Mixed Team dello snowboardcross. Sfuma per una caduta il sogno della doppia medaglia: Carpano/Sommariva sono quarti. Charlene Guignard e Marco Fabbri nella rhythm dance staccano il pass per la Free Dance. Segui tutte le gare col LIVE di Azzurri di Gloria!

OLIMPIADI INVERNALI LIVE, DAY 8: SEGUI TUTTE LE GARE DEGLI AZZURRI!

Dopo aver eguagliato e pareggiato le dieci medaglie di PyeongChang, l’Italia le supera già nella notte. Omar Visintin e Michela Moioli cedono, solo nel finale, agli USA e conquistano un meritato argento (dal sapore d’oro) nel Mixed Team dello snowboardcross. Italia che sfiora anche la doppia medaglia: Carpano e Sommariva mancano il bronzo solo per una caduta. Charlene Guignard e Marco Fabbri, terzi nel Team Event con una strepitosa prova, staccano il pass per la Free Dance. Niente da fare nel pattinaggio di velocità con Rosanelli (19°) e Bosa (23°). Nel salto con gli sci Bresadola non stacca il pass per la finale (35° a 6 punti dalla finale). Altra sconfitta per i ragazzi del curling che si inchinano alla Cina vittoriosa per 12-9. Nello skeleton Valentina Margaglio termina in 13ª piazza ma col terzo tempo di manche. Segui tutte le gare col LIVE di AdG.

15.41 – Termina anche la gara del pattinaggio di figura, come già scritto nel corso di questo live Guignard-Fabbri si qualificano per la free dance, ma con il settimo posto.

15.40 È terminata la gara di skeleton con la nostra Valentina Margaglio che termina al 13° posto, ma con il terzo tempo di manche nell’ultima batteria. Oro alla tedesca Neise (4:07.62), argento all’australiana Narracott (4:08.24) e bronzo all’olandese Bos (4:08.46).

15.30 – L’esibizione di Guignard-Fabbri nel pattinaggi di figura frutta 82.68 punti con la coppia Azzurra che si piazza al sesto posto e accede alla Free Dance.

15.06 – Ottima Valentina Margaglio, 4.99 in spinta, con un tempo di 1:02.05 è la migliore fin qui scesa, tempo totale di 4:10.38. Vedremo cosa faranno le altre atlete.

14.55 – Inizia la quarta batteria di skeleton con Valentina Margaglio che scenderà per quinta.

13.52 – È il turno della discesa di Valentina Margaglio nello skeleton, 4.99 di spinta, ma troppi errori in discesa, 1:02.45 e un tempo totale di 3:08.33 che le vale la 16ª posizione, ricordiamo che accedono alla quarta batteria le prime 20 atlete.

14.14 – È terminata la terza batteria di skeleton e Valentina Margaglio con il tempo di 3:08.33 chiude al 16° posto a +2.34 e si qualifica per la quarta batteria dove si assegneranno le medaglie, appuntamento alle 14.55.

13.20 – Inizia la terza batteria di Skeleton con dove è impegnata la nostra Valentina Margaglio che scenderà per 16ª.

12.50 – Bresadola termina in 35ª posizione con 114.6 punti e non si qualifica per la finale di salto con gli sci.

12.11 – Il salto di Bresadola è buono, 114,6 punti e 127 metri, momentaneamente al primo posto, ma siamo solo all’inizio.

12.00 – Prendono il via le gare di salto con gli sci e di rhythm dance, con Bresadola che salterà per 13° e la coppia Guignard-Fabbri che si esibirà per 22ª.

11.23 – Alle 12 i prossimi appuntamenti, col 1° turno del salto con gli sci (trampolino LH) per Bresadola e la rhythm dance con Charlotte Guignard e Marco Fabbri, gara su cui puntiamo parecchio, dopo il terzo posto nel Team Event.

11.14 – Biathlon, 10km sprint: oro per Johannes Boe, argento al francese Fillon Maillet (+25”5) e bronzo a Tarjei Boe (+38”9). Due fratelli sul podio. Gli azzurri: 14° Hofer (+1’19”) e 22° Bormolini (+1’44”), entrambi con un solo errore. Solo 30° Windisch (+1’51”), autore di due errori al secondo pòligono, mentre Giacomel chiude 61° a 2’52”.

10.54 – La Norvegia viaggia verso un risultato storico nel #biathlon: i fratelli Johannes e Tarjei Boe potrebbero condividere il podio, con l’oro e il bronzo nella 10km sprint. Nel mezzo, il francese Fillon Maillet che viaggia verso l’argento.

10.50 – 500m dello speed skating: oro al cinese Gao Tingyu col tempo di 34”32 (record olimpico), argento al sudcoreano Cha Min-Kyu, bronzo al giapponese Morishige in un podio tutto asiatico. Gli azzurri: 19° Rosanelli (35”08) e 23° Bosa (35”16).

10.39 – Bene Hofer. Cinque su cinque nel primo poligono del #biathlon per il secondo azzurro in gara.

10.35 – Partito anche Lukas Hofer, mentre Windisch si avvia alla conclusione della sua 10km. Non dovrebbe esserci lotta per l’oro: Johannes Boe ha ottenuto un tempo mostruoso, nonostante un errore, e dovrebbe far sua la vittoria. Si lotterà per argento e bronzo, di fatto.

10.27 – Aggiornamento dal biathlon: zero errori per Windisch, che ora si avvia verso il secondo poligono, ma non sembra velocissimo sugli sci quest’oggi. L’azzurro è distante dalla zona-medaglie, che si allontanano definitivamente coi due errori nella seconda sessione di tiro.

10.19 – Grande finale di David Bosa nella quarta serie dei 500m: l’azzurro va a riprendere Junio, e i due finiscono ex aequo in 35”16, col canadese vittorioso al photofinish. Nè Bosa nè Rosanelli, comunque, saranno da medaglia.

10.15 – Fasi iniziali della 10km sprint per gli azzurri del biathlon. Già sul tracciato Dominik Windisch, che si avvicina al primo poligono.

10.14 – Jeffrey Rosanelli ottiene un discreto tempo nei 500m dello speed skating: 35”08, a due centesimi dall’olandese Krol. Peccato, perchè si peggiora di mezzo secondo rispetto al suo personale. Ora David Bosa.

9.59 – A breve inizierà la finale dei 500m maschili dello speed skating: per l’Italia Jeffrey Rosanelli e David Bosa. Pochi minuti e partirà anche la 10km sprint del biathlon maschile, che scriverà la startlist dell’inseguimento: schieriamo Hofer, Windisch, Bormolini e Giacomel.

9,45 – Lottano come dei leoni gli azzurri in un ultimo end frenetico, ma alla fine la spunta la Cina, che rintuzza ogni attacco e marca un punto. Italia ko col punteggio di 12-9 e terza sconfitta consecutiva nel round robin del #curling, dove siamo penultimi davanti alla sola Danimarca (4 ko).

9.35 – Un nono end molto tattico regala due punti all’Italia. Match ancora vivo, ma con la Cina sempre in vantaggio: arriviamo all’ultimo periodo, con l’hammer per i padroni di casa, sull’11-9. E, soprattutto, l’Italia ha poco più di un minuto per pianificare i suoi tiri nell’end conclusivo…

9.28 – Si è conclusa la staffetta 4x5km dello sci di fondo: oro alla Russia, argento alla Germania (+18”2) che crolla nel finale, ma si difende dal rientro di Svezia (bronzo, +20”7) e Finlandia (+21”2). Norvegia clamorosamente quinta (+28”8). Italia 8a a 3’39”, buona frazione di Scardoni. 

9.19 – Ennesimo ribaltone della Cina, che con una magistrale ultima stone spazza via due possibili punti dell’Italia e… ne piazza tre. Ora gli asiatici e padroni di casa guidano sull’11-7, un margine difficile da ricucire con due end rimasti…

9.16 – Buona frazione per Martina Di Centa, che porta l’Italia in 9a posizione dopo 15km della staffetta 4x5km dello sci di fondo. Guida la Germania con 5” sulla Russia, 14”7 sulla Norvegia e 18”1 sulla Finlandia. Azzurre a 2’55”. Ora Scardoni.

9.03 – Si è concluso il settimo end del curling. Mano rubata per un’Italia (finalmente) aggressiva nel gioco: un punto, col secondo che sfuma per un soffio grazie all’ultimo tiro (chirurgico) della Cina. I padroni di casa guidano 8-7.

9.00 – Staffetta 4x5km, sci di fondo: dopo il secondo cambio, guida la Germania, con 4”3 sulla Russia e 22”8 sulla Norvegia (in ripresa). Italia 11a a 2’16”: Ganz passa il testimone alla figlia d’arte Martina Di Centa.

8.49 – Prosegue il tentativo di rimonta dell’Italia nella terza sfida del curling. Due punti per gli azzurri nel sesto end, accorciamo sull’8-6 per la Cina.

8.46 – Si conclude la prima frazione della staffetta 4x5km femminile dello sci di fondo, con le atlete stremate dalla fatica e dal freddo polare di Zhangjiakou. Guidano Russia e Germania, con 12” su tutte le rivali. In rimonta la Norvegia, dopo una caduta. Anna Comarella passa il testimone con l’Italia 13a a 1’07”. Ora Ganz.

8.30 – Pochi istanti e prenderà il via la staffetta 4x5km dello sci di fondo femminile. L’Italia schiera, nell’ordine: Comarella, Ganz, Di Centa, Scardoni.

8.28 – La Cina riallunga subito: tre stone a punto e margine ristabilito sul +4. Alla pausa, Italia sotto 8-4.

8.11 – Ottimo end azzurro! Con un coraggioso tiro finale, gli azzurri vanno ad eliminare il potenziale punto cinese e raccolgono un ottimo bottino: tre stone a punto per l’Italia, ci riportiamo sotto e raddrizziamo in parte la gara. Punteggio di 5-4 per la Cina, che ora avrà l’hammer.

7.52 – Terzo end magistrale per la Cina, che infligge tre punti a un’Italia in confusione dal punto di vista tattico. Ora Retornaz, Mosaner e compagni sono sotto 5-1

7.35 – L’Italia sfrutta solo parzialmente il vantaggio della stone conclusiva nel secondo end. Un punto e svantaggio che si accorcia: la Cina guida 2-1.

7.18 – Gli errori azzurri spingono i nostri rivali a cambiare strategia in corsa. La Cina marca due punti e si porta sul 2-0 nella terza sfida del round robin del curling. Un brutto avvio.

7.10 – Iniziata la sfida del curling tra l’Italia e la Cina. I nostri avversari sembrano puntare alla manche nulla nel primo end, che consentirebbe loro di mantenere l’hammer anche nel secondo periodo.

5.00 – La prossima gara dell’Italia sarà alle 7.05, con Italia-Cina valida per il round robin del curling.

4.55 – Goggia alla Rai: “Sono partita molto tranquilla, ho testato le reazioni del ginocchio e della pista. L’importante era sentire bene gli appoggi e non avere dubbi neanche in una curva. Non ho avuto paura, bene aver subito un secondino (ora è 12a 1”55, ndr) dalle prime. Ho fatto qualche frenatina e qualche errorino, ma ci sono. Non avevo neanche fatto la sciata in pista l’altro giorno. Certo, mi piacerebbe avere una gamba sinistra più prestante (ride)”.

4.40 – Chiude in lacrime Sofia Goggia dopo le prove della discesa libera, che sembrano averle dato buone sensazioni: l’azzurra ha chiuso in 9a posizione a 1”13 ed è la migliore delle nostre.

4.22 – ARGENTOOOOOOOOOO! Moioli parte a razzo, ma Jacobellis rinviene man mano che il percorso procede e la sorpassa nel tratto finale. Oro agli USA, argento per Visintin e Moioli, secondi nel Mixed Team dello snowboardcross a 20/100. Sfortunati Sommariva/Carpano, quarti dopo una caduta, avvenuta (per un contatto con Odine) mentre la 23enne si era riportata sulla lotta per l’argento.

4.18 – Prima manche agli USA, ma Visintin chiude secondo a 4/100. Un ottimo risultato da lasciare in dote a Moioli. Canada terzo a 23/100, Sommariva cala nel finale e chiude a 88/100. Sembra allontanarsi la doppia medaglia, ma nulla è scontato, perchè la canadese Odine si è comportata malissimo sin qui…

4.13 – Ci siamo, siamo pronti per la finalissima del Mixed Team dello snowboardcross. Forza Italia 1 (Visintin, Moioli), forza Italia 2 (Sommariva, Carpano)! Andiamo a caccia di una clamorosa doppia medaglia.

4.11 – La Germania vince la finalina 5/8° posto, precedendo Gran Bretagna, Svizzera e Russia.

4.00 – ITALIAAAAAAAAAA! Grandissima manche di Caterina Carpano, che dovrebbe aver sconfitto Canada 2 al photofinish! Due equipaggi azzurri nella finalissima, è medaglia sicura!

3.56 – Ottima manche di Lorenzo Sommariva: resta a lungo vicino a Grondin, cala nel finale e chiude a 89/100. Ampio margine sui terzi classificati, che arrivano a 3”34. Ora Carpano per il sogno-finale, che non è così impensabile come si credeva…

3.54 – Ora Sommariva e Carpano per inseguire la clamorosa doppietta in finale. Italia 2 sfida la Gran Bretagna, Canada 1 (Grondin) e la Russia.

3.52 – Moioli vuole vincere a tutti i costi questa heat, e ci riesce. Italia 1 batte gli USA per 13/100, le due formazioni volano a braccetto nella finalissima.

3.48 – Omar Visintin vince la sua manche, con 3/100 sullo statunitense Baumgartner, mezzo secondo sulla Germania e un secondo sull’atleta svizzero. Ora tocca alle ragazze, col duello tra Moioli e Jacobellis.

3.45 – Iniziano le semifinali. Si parte dalla prima heat: Moioli e Visintin (Italia 1) sfidano Germania, Svizzera e USA, con l’oro olimpico Jacobellis a duellare con l’azzurra.

3.38 – Clamorosa eliminazione dell’Austria, dopo un errore di Zerkhold che vanifica l’ottima prima manche del campione olimpico Haemmerle. Passano Gran Bretagna e Italia 2: Sommariva e Carpano sfideranno gli inglesi, la Russia e Canada 1 nella seconda semifinale.

3.35 – Ordine d’arrivo dopo la prova maschile. Austria 1 (Haemmerle) in testa con 27/100 su Canada 2 e 61/100 su Sommariva. Ora toccherà a Caterina Carpano.

3.32 – Quarta ed ultima heat dei quarti di finale. Tocca a Italia 2: Sommariva e Carpano a caccia di un posto nella seconda semifinale, per la quale si sono già qualificate Canada (#Grondin) e Russia.

3.15 – Semifinale definita dunque per Visintin e Moioli. Il team Italia 1 sfiderà USA (Jacobellis), Germania e Svizzera.

3.13 – Sorpresa nella seconda heat del Mixed Team: una brutta caduta taglia fuori dai giochi l’Australia, detentrice del titolo mondiale nella disciplina. Avanza dunque la Svizzera, insieme agli USA, trascinati dalla campionessa olimpica Jacobellis.

3.06 – Perchè parliamo di “Italia 1” riferendoci a Visintin e Moioli? Perchè l’Italia, così come altre nazioni leader della disciplina, schiera due team: nel secondo, impegnato nella heat 4, Lorenzo Sommariva e Caterina Carpano.

3.04 – Vola Michela Moioli, che ipoteca di fatto la vittoria rifilando oltre tre secondi all’atleta tedesca sin dalle prime battute e poi si limita a controllare. Il team Italia 1 (Moioli/Visintin) vola agevolmente in semifinale nel Mixed Team dello snowboardcross, vincendo la sua serie.

3.02 – Visintin chiude secondo alle spalle della Germania, 17/100 di ritardo. Ora tocca a Michela Moioli nella seconda run. Qualificazione già vicina, visto l’ampio ritardo della Francia.

3.00 – Si inizia col Mixed Team dello snowboardcross, e si inizia subito dall’Italia e dai nostri Visintin e Moioli per i quarti di finale. Nevica copiosamente sul tracciato, un fattore che potrebbe creare dinamiche inattese.

2.50 – Chiude nuovamente la giornata, infine, lo skeleton: Valentina Margaglio parte dalla 16a posizione nelle ultime due manches.

2.45 – Alle 12 assisteremo anche alla prova di Giovanni Bresadola nel salto con gli sci, trampolino LH: prima le qualificazioni e poi la finalissima, a partire dalle 13.

2.40 – Grande appuntamento alle 12: Charlene Guignard e Marco Fabbri, autori di una strepitosa prova (3° posto) nel Team Event, inseguendo il podio nella rhythm dance del pattinaggio di figura.

2.35 – Alle 10 torna in scena il biathlon, con la 10km sprint maschile: schieriamo Hofer, Windisch, Bormolini e Giacomel.

2.30 – Alle 9.53, invece, riecco l’appuntamento col pattinaggio di velocità e la gara più veloce, i 500m maschili: l’Italia schiera David Bosa e Jeffrey Rosanelli.

2.25 – Alle 8.30, invece, Italia impegnata nella staffetta 4x5km dello sci di fondo femminile: schieriamo Anna Comarella, Martina Di Centa, Caterina Ganz e Lucia Scardoni.

2.20 – Qualche ora di pausa, e poi si riprende col curling: alle 7.05 l’Italia, due sconfitte consecutive contro Svezia e Gran Bretagna, sfida la Cina padrona di casa.

2.15 – La giornata di gare inizia con una grande speranza di medaglia per l’Italia: Omar Visintin, preferito a Lorenzo Sommariva dopo il bronzo individuale, e Michela Moioli inseguono l’oro nel Mixed Team dello snowboardcross. Alle 3 i quarti, alle 3.30 le semifinali, alle 3.50 la finalissima.

OLIMPIADI INVERNALI: ULTIME NEWS E RISULTATI

News sulle Olimpiadi Invernali Pechino 2022 tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagram.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Biathlon