E’ arrivato il tanto atteso primo major per Sergio Garcia. Dopo aver a lungo inseguito un titolo lo conquista ad Augusta dopo una buca di playoff con uno splendido Justin Rose

Sergio Garcia nel momento della consegna della giacca

Sergio Garcia, che liberazione!

E’ un vero e proprio urlo di liberazione quello di Sergio Garcia dopo aver imbucato il putt che vale il suo primo titolo major. Liberazione da quell’etichetta di “non vincente” nei tornei più importanti. Conquista il primo major della carriera ad Augusta, dopo una sfida entusiasmante con Rose, conclusa solo alla prima buca di playoff, quando la luce stava ormai venendo meno. Un birdie alla difficilissima buca 18 (prima di playoff, ndr) consente di conquistare il trofeo e, con esso, anche l’ambita giacca verde. Simbolo di vittoria ad Augusta. Se lo merita, dopo tanti secondi posti ed occasioni sfumate, un trionfo del genere.

 

Che lotta con Rose

Erano i due in testa dopo la terza giornata, la coppia che partiva per ultima. Uno accanto all’altro, in un match di rara tensione e sportività. Non è mancato davvero nulla nella giornata di ieri in quella che è stata una grande giornata di golf. Rose ha provato a scappare e, complice due bogey dello spagnolo, ha avuto il putt per andare anche a +4 sul rivale, ma Garcia con un eagle strepitoso alla buca 15 si è portato in parità quando ormai sembrava, ancora una volta, destinato alla seconda posizione. Sul green della 18 hanno entrambi avuto il putt per fare birdie ma, prima Rose e poi Garcia hanno fallito l’occasione per vincere. Nella stessa buca, scelta dagli organizzatori come prima buca di spareggio, Rose colpisce male dal T e, inevitabilmente, perde un colpo. Garcia stavolta, con due putt per vincere il torneo invece stavolta non trema e sigla il birdie più importante della sua carriera.

 

Molinari ancora in par, chiude 33esimo

Peccato per il primo giro di Molinari perchè, l’italiano, dopo aver fatto segnare un altissimo score di 78 nelle prime 18 buche, ha giocato bene, guadagnando giorno dopo giorno qualche posizione. Anche ieri, con 72 colpi, ha risucchiato qualche posizione chiudendo 33esimo, a +5 sul par totale. Non tutto da buttar via comunque per Molinari che, anche se non ha lasciato il segno, si è ben difeso dopo l’avvio difficoltoso tra vento e pioggia

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie di golf anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagram, YouTube e Google +

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Golf