Continua la strepitosa campagna di Fabrizio Casal e Giacomo Bertagnolli nelle Paralimpiadi invernali di PyeongChang 2018: gli azzurri conquistano l’oro nello slalom gigante visually impaired! Il racconto della loro gara. 

PARALIMPIADI INVERNALI 2018: ORO PER BERTAGNOLLI-CASAL NELLO SLALOM GIGANTE!

Bronzo in discesa, argento nel Super-G e un brutto tonfo in quella supercombinata che li aveva visti trionfare nei Mondiali di sci alpino paralimpico, e qui invece li ha visti uscire malamente per la rottura dell’attacco di uno sci. Giacomo Bertagnolli e la sua guida Fabrizio Casal avevano tanta voglia di rivalsa, e l’hanno ampiamente dimostrato nella quarta gara della categoria visually impaired, uno slalom gigante che ha visto gli azzurri andare a velocità doppia rispetto ad ogni avversario: una supremazia messa in mostra già nella prima manche, nella quale il duo di Cavalese (TN) ha messo in mostra un affiatamento tale da rendere possibile un ritmo insostenibile per tutti. Dopo la prima run, Bertagnolli/Casal (classe ’99) guidavano con 3”19 sullo slovacco Haraus e 3”37 sul suo connazionale Krako, con Marcoux 4° a 4”32 e l’atleta cieco Kubacka quinto a 4”90 (grazie a una grande prestazione e al factoring time, che fa scorrere il cronometro al 59% per atleti con questa disabilità, sfavoriti rispetto agli ipovedenti), appena davanti al veterano Santacana (5”31).

Oro ipotecato di fatto, ma i nostri ragazzi hanno continuato a tirare e andare fortissimo anche nella seconda manche, dilatando ulteriormente il vantaggio e centrando il miglior tempo di manche anche in quest’occasione: il tempo complessivo è stato di 2.10.51, un crono strepitoso per questa categoria, che ha reso possibile il sogno dei due talenti emergenti dello sci alpino paralimpico azzurro. Oro per Bertagnolli-Casal, supportati a distanza da quei compagni di classe che hanno fatto aprire la scuola alle 6 per vedere tutti assieme la vittoria dei loro amici, e podio molto variegato alle loro spalle: l’argento è andato a Krako, staccato di 5”08, con Marcoux terzo a 7” netti e davanti a un deludente Haraus (7”16). Quinto posto per Kubacka con 8”42 di ritardo e un podio sfiorato nonostante la disabilità maggore rispetto agli avversari: la sua determinazione ci ha regalato una delle immagini più belle di queste Paralimpiadi.

Con questo risultato, Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal trovano il loro personale en-plein sul podio, andando a tre medaglie e centrandone una per ogni colore: al momento abbiamo l’oro dello slalom gigante, l’argento in discesa e il bronzo in Super-G, un bottino che può essere rimpinguato dallo slalom di sabato. E l’Italia sale a 4 medaglie: 1 oro, 2 argenti e 1 bronzo. Numeri di tutto rispetto, che fanno sembrare lo zero di Sochi un brutto ricordo e restituiscono l’oro paralimpico agli azzurri a 8 anni dal successo di Francesca Porcellato nello sci di fondo (sprint) delle Paralimpiadi di Vancouver 2010.

PARALIMPIADI INVERNALI 2018: NEWS, RISULTATI E MEDAGLIERE AGGIORNATO

News sulle Paralimpiadi invernali di PyeongChang 2018 tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *