Scherma in carrozzina, Europei 2018. Continua l’avventura della FederScherma agli Europei di Terni: la prima medaglia azzurra della penultima giornata arriva dalla sciabola maschile di squadra. 

I festeggiamenti degli azzurri, campioni d’Europa nella sciabola maschile a squadre (fonte: pagina Facebook ufficiale FederScherma)

SCHERMA IN CARROZZINA, EUROPEI 2018: LA PENULTIMA GIORNATA A TERNI

Continua l’avventura degli azzurri FederScherma impegnati ai Campionati d’Europa di scherma in carrozzina Terni 2018.

La prima e la seconda giornata hanno regalato agli azzurri i titoli europei di Marco Cima nel fioretto maschile categoria “B” e di Bebe Vio in quello femminile, l’argento di Andreea Mogos nel fioretto femminile “A” e i bronzi di Matteo Betti nel fioretto “A” ed Edoardo Giordan nella sciabola “A”. Ieri, dopo una terza giornata avara di successi, alla quarta giornata la FederScherma ha conquistato due bronzi, nel fioretto femminile “C” con Nora Consuelo e nella spada maschile “C” con Martino Seravalli.

La FederScherma scende in pedana, all’ultima giornata, per tentare l’assalto al medagliere.

LA SCIABOLA MASCHILE È MEDAGLIA D’ORO: IL PRIMO TITOLO EUROPEO DELL’ITALSCIABOLA

La prima medaglia azzurra di giornata porta la firma di Marco Cima, Alberto Pellegrini, Edoardo Giordan e Gianmarco Paoluccigià campioni del mondo a Roma 2017: l’Italia è medaglia d’oro nella sciabola maschile a squadre, per la prima volta nella sua storia. 

Superata agli ottavi di finale, al debutto, la Germania, 45-42, il quartetto della sciabola azzurra, orfano del campione del mondo 2017, Alessio Sarri, ha affrontato e sconfitto in semifinale la delegazione ucraina, imponendosi 45-41, dopo un’importante rimonta dell’Ucraina, dal 44-33, conquistando l’accesso ai primi gradini del podio.

In finale gli azzurri si sono confrontati con la Polonia. L’Italia, con grandi meriti di Giordan, si porta subito in vantaggio, 10-4. Ziomek, tuttavia, con undici stoccate contro Cima, ribalta il risultato: 15-12 in favore della Polonia. Andrea Pellegrini, contro il campione europeo Casto, scompagina nuovamente le cose: 20-17 per gli azzurri. Allunga, dunque, Marco Cima, 25-19, cui segue Giordan, per lo strappo azzurro: 35-22. Pellegrini, contro Ziomek, soffre, dovendo concedere al rivale una decina di stoccate, fino al 40-35. Con cinque stoccate di vantaggio, Edoardo Giordan è chiamato a concludere la gara. Contro di lui, il polacco Rafal Bogdan Treter. Innervosito da una chiamata arbitrale, Giordan non si lascia distrarre, confezionando quattro attacchi consecutivi, portando l’Italia sul tetto d’Europa. 45-37: la FederScherma è medaglia d’oro.

Gli azzurri della sciabola maschile a squadre italiana (fonte: pagina Facebook ufficiale FederScherma)

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive di scherma in carrozzina anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google+.

Niki Figus
Giornalista pubblicista. Naufrago del mare che sta tra il dire e il fare. Un libro, punk-rock, wrestling, carta e penna.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.