Scherma, Mondiali 2022. L’Italia chiude la rassegna de Il Cairo conquistando la propria ottava medaglia, la seconda d’oro. Dopo le azzurre, ieri, anche gli azzurri del fioretto sono sul tetto del mondo.

Gli azzurri del fioretto sul gradino più alto del podio (fonte: pagina Facebook ufficiale FIE)

Scherma, Mondiali 2022: l’Italia chiude con il secondo oro della rassegna. Ancora nel fioretto

L’Italia chiude i Mondiali di scherma de Il Cairo 2022 a quota otto medaglie. 

Dopo gli argenti dei fiorettisti Arianna Errigo e Tommaso Marini e il bronzo della spadista Rossella Fiamingo, nelle gare individuali, e dopo il primo titolo iridato della rassegna tricolore, ieri a firma delle fiorettiste, il doppio argento degli azzurri e delle azzurre della spada, e il bronzo degli sciabolatori, l’Italia sale nuovamente sul gradino più alto del podio nel fioretto maschile a squadre.

L’abbraccio degli azzurri dopo la stoccata decisiva in finale (fonte: pagina Facebook ufficiale FIE)

Reduci dalle nette affermazioni di ieri, nei turni preliminari contro Uzbekistan, 45-31, e Brasile, 45-17, Daniele Garozzo, Tommaso Marini, Alessio Foconi e Guillaume Bianchi si sono resi protagonisti quest’oggi, all’ultima giornata della kermesse mondiale, di un percorso netto. Iniziato ai quarti contro la Corea del Sud, eliminata 45-31. E proseguito in semifinale contro il Giappone (poi sconfitto dalla Francia per il bronzo), superato 45-33. Una vittoria, quest’ultima, che quasi certifica un nuovo inizio dopo le Olimpiadi di Tokyo 2020, quando i nipponici superarono l’Italia ai quarti di finale.

Nell’ultimo assalto dei Campionati del Mondo, gli azzurri del fioretto hanno affrontato gli Stati Uniti. Dopo un inizio in discesa, in cui gli schermidori italiani sono riusciti a costruire un buon vantaggio, i fiorettisti d’oltreoceano sono riusciti pian piano a rimontare, arrivando a un paio di stoccate di distanza. Tuttavia, prima l’argento e poi l’oro continentale, rispettivamente Marini e Garozzo, sono riusciti a ricomporre il vantaggio azzurro, fino al definitivo 45-39. Valevole il titolo del mondo, il quinto nelle ultime sette edizioni dei Campionati mondiali.

La gioia degli azzurri del fioretto dopo la vittoria del titolo mondiale (fonte: pagina Facebook ufficiale FIE)

Le azzurre della sciabola chiudono al settimo posto. Oro per le ungheresi

Si è invece fermato ai quarti di finale il cammino della sciabola femminile italiana.

Dopo la buona prova di ieri contro la Grecia, chiusa con una vittoria, 45-42, Rossella Gregorio, Martina Criscio, Michela Battiston ed Eloisa Passaro sono state superate dall’Ungheria, poi medaglia d’oro. In vantaggio per oltre metà assalto, le azzurre hanno subito il rientro delle magiare, che con Liza Pusztai in ultima frazione sono riuscite a superare le sciabolatrici italiane sul 45-43. Le schermitrici del Ct Nicola Zanotti, approdate al tabellone dei piazzamenti, sono prima state sconfitte della Germania, 45-38, chiudendo la rassegna con una vittoria, 45-37 contro gli Stati Uniti, valevole il settimo posto.

Completa il podio, alle spalle dell’Ungheria medaglia d’oro, la Francia, d’argento, e il Giappone, al terzo posto.

Le azzurre della sciabola impegnate a Il Cairo 2022 (fonte: pagina Facebook ufficiale FIE)

Ultime notizie sportive aggiornate su Azzurri di Gloria

News di scherma e sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagram e YouTube.

Niki Figus
Giornalista pubblicista. Naufrago del mare che sta tra il dire e il fare. Un libro, punk-rock, wrestling, carta e penna.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Scherma