Terminano gli Europei Junior ed Under 23 2019 di Sollevamento Pesi. Medagliere pieno per il team azzurro che chiudono la rassegna con ben 23 medaglie.

Il team azzurro di Sollevamento Pesi agli Europei 2019
Il team azzurro di Sollevamento Pesi agli Europei 2019 (FONTE: www.federpesistica.it)

IL RESONCONTO DELLE MEDAGLIE

Immense soddisfazioni arrivano per l’Italia del Sollevamento Pesi impegnata ai Campionati Europei Junior e Under 23 2019. L’Italia ha ben 2 nuovi Campioni Continentali: si tratta di Alessandra Pagliaro, Campionessa Europea Under 23 nella categoria 45 kg e Davide Ruiu, Campione Europeo Juniores della categoria 61 kg. Alessandra, oltre al titolo, conquista l’oro sia nello strappo che nello slancio, mentre Davide conquista l’argento di strappo e l’oro di slancio, con ben due nuovi record italiani. A queste medaglie si aggiungono il bronzo di slancio di Sergio Massidda, impegnato nella gara Juniores categoria 55kg, ed il bronzo ottenuto da Giulia Imperio nella categoria 45 kg Juniores.

Continuando la rassegna, Lucrezia Magistris conquista la medaglia di bronzo nella categoria 55 kg Juniores, con 191 kg di totale, conquistando anche l’argento nello strappo, alzando 87 kg in prima prova. Peccato per l’esercizio di slancio dove, nonostante i 104 kg che le valgono il record italiano di specialità, Lucrezia vede sfumare la medaglia.

Mirko Zanni vince il titolo di Campione Europeo nella categoria 67 kg U23, al termine di una gara letteralmente dominata, in cui conquista non solo 3 medaglie d’oro ma anche altrettanti record europei di categoria. Alessia Durante invece è Campionessa Europea nella categoria 71 kg Juniores, gara nella quale conquista anche l’oro di strappo, il bronzo di slancio e fissa tutti i nuovi record italiani. Benissimo anche Giulia Miserendino, che per un soffio non sale sul podio nella categoria 64 kg Juniores, ma nella quale riesce non solo a conquistare l’oro di strappo ma riesce anche a firmare i nuovi record europei di strappo e di totale.

L’Italia dei Pesi chiude al meglio la sua spedizione ai Campionati Europei Junior e Under 23, vincendo altre 6 medaglie, che le permettono di tornare a casa con un bottino di 23 medaglie. Arriva infatti il titolo europeo di Salvatore Esposito che trionfa nella 73 kg U23, portando a casa ben 2 ori ed un argento, ed in chiusura di giornata il secondo posto di Nino Pizzolato, nella categoria 81 kg U23, con 2 argenti ed un bronzo. Il medagliere azzurro è così composto: 13 ori, 5 argenti e 5 bronzi.

LE DICHIARAZIONI DEL DT

Queste le dichiarazioni del Direttore Tecnico Sebastiano Corbu: “Giulia Imperio si è un po’ fatta fregare dalla paura, è stata ingenua nel gestire le emozioni. E’ una sua caratteristica che spesso le è costata cara in pedana. Peccato ma sono contento che comunque sia riuscita a vincere una medaglia. Sergio ha fatto tutto quello che ha potuto, questa volta meglio di così non si poteva fare, visto che nell’arco di un mese ha dovuto fare 2 volte il calo peso per via delle competizioni e un pochino lo ha sofferto. Oltretutto va considerato che lui è molto giovane, è un under 17: ora ci prepareremo per i campionati U17, quella è la sua gara. Alessandra ha fatto un bel risultato, riprendendosi fisicamente e psicologicamente dopo un lungo periodo di infortunio, vincendo il titolo e 3 medaglie d’oro. Davide ha fatto tutto quello che è nelle sue potenzialità e nelle sue qualità, dimostrandolo oggi in pedana. Avrebbe potuto farlo anche al Mondiale ma purtroppo si è infortunato; qui in questi giorni siamo riusciti a capire quale fosse il problema e siamo riusciti a ottenere il risultato che speravamo. Dopo tutte le peripezie che ha avuto, Davide si è lasciato alle spalle un brutto momento”.

Il DT continua, commentando così: “Stiamo facendo vedere in pedana quello che siamo in palestra, tanti giovani stanno riscattando quello che in passato non hanno potuto conquistare a causa di infortuni. Mi riferisco per esempio ad Alessia Durante, che oggi è riuscita a far vedere tutte le sue qualità. Ottima gara anche per Mirko Zanni che non solo ha vinto 3 medaglie ma ha anche fatto kg importanti per il ranking per Tokyo 2020, facendo 2 kg in più del francese. Le Olimpiadi sono vicine e occorre ragionare in quell’ottica, poi le medaglie vengono di conseguenza. Sono molto soddisfatto anche della gara di Giulia Miserendino che è maturata molto, è cresciuta in tutti i sensi, tecnicamente e psicologicamente. Oggi ha fatto un oro di strappo e un 5° posto totale ma ricordiamoci che lei è un Under 17 e può dare molto di più. Tra poco ci saranno gli Europei U17 e quella sarà la sua gara.”

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie di sollevamento pesi anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

mm
Gabriele Stragapede, 24 anni. Laureato nella facoltà CIM (Comunicazione, Innovazione e Multimedialità) dell'Università di Pavia. Aspirante giornalista sportivo ed attualmente editore per Azzurri di Gloria. Appassionato di calcio e di wrestling, scrive di tutto, un po'.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *