Prosegue l’avventura di Fabio Fognini al Masters 1000 di Montecarlo. L’azzurro, campione in carica, ha sconfitto il serbo Filip Krajinovic per 6-2, 7-6.

Fabio Fognini in azione
Fabio Fognini in azione (FONTE: http://www.livetennis.it/post/)

NON SENZA SOFFRIRE

Prosegue l’avventura di Fabio Fognini al Masters 1000 di Montecarlo. L’azzurro ha sconfitto il serbo Filip Krajinovic in due set per 6-2, 7-6, dopo una partita combattuta, specialmente nella seconda frazione.

Fognini ora aspetta il vincitore della sfida tra lo spagnolo Pablo Carreno Busta ed il norvegese Casper Ruud. In palio potrebbe esserci una possibile semifinale con Rafael Nadal, in una riedizione della finale del 2019, vinta proprio dal tennista ligure.

LA CRONACA DEL MATCH

Partenza strepitosa di Fognini che, perso il primo game, infila un parziale di venti punti a tre, conquistandosi un doppio break e portando in poco tempo il match sul 4-1 in suo favore. L’azzurro non lascia scampo alle giocate dell’avversario, variando ottimamente il suo tennis e piazzando numerose giocate decisive. Dopo solo mezz’ora di partita, sarà la terza palla set a regalare la frazione al tennista ligure. 6-2 e Krajinovic dominato da Fognini.

Nel secondo set, il serbo si rimette in gioco, sfoderando i suoi colpi migliori e sfruttando a dovere i passaggi a vuoto di Fognini. I troppi gratuiti dell’azzurro regalano il primo break all’avversario. Sotto 5-3, Fognini recupera il break nel momento decisivo della partita, durante il nono game, strappando il servizio a Krajinovic, che era pronto a servire per il set. La situazione di equilibrio rimane sino alla fine: è il tiebreak a decidere. Non c’è storia. Dopo aver perso il primo punto, Fognini inanella un parziale di sette punti consecutivi, complici i diversi errori del serbo, portandosi a casa game, set e match.

LE DICHIARAZIONI DI FOGNINI

“Sono stato sfortunato nella trasferta americana perché ho preso un virus che mi ha messo ko. La mia idea era quella di non giocare la settimana scorsa per cercare di ritornare ad allenarmi intensamente per preparare Montecarlo. E’ andata, sono di nuovo nei quarti, e ovviamente sono felice. L’obiettivo principale di questa settimana era quello di cambiare atteggiamento, quello che mi è mancato la settimana precedente. Fare questo click a livello mentale, stare lì, lottare, fare il mio gioco. Perché se sto bene il gioco rimane sempre nel taschino. Sto diventando il più vecchio della squadra, poi starà a Filippo (Volandri) far le convocazioni. Io sono disponibile, come gli ho detto. Come dice Barazzutti se la lampadina rimane accesa, per fortuna so ancora giocare a tennis e posso dare ancora un pochettino dai”.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie di tennis anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

mm
Gabriele Stragapede, 24 anni. Laureato nella facoltà CIM (Comunicazione, Innovazione e Multimedialità) dell'Università di Pavia. Aspirante giornalista sportivo ed attualmente editore per Azzurri di Gloria. Appassionato di calcio e di wrestling, scrive di tutto, un po'.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Tennis