Prima giornata scoppiettante a Rho Fiera: nel Gruppo A Quinzi cade con Rublev e Chung batte Shapovalov. Nell’altro girone il derby russo va a Khachanov, Coric liquida Donaldson.

Gioventù, innovazione e qualche sorpresa. La prima giornata delle Next Gen Atp Finals non ha tradito le aspettative e, buon per noi, ci ha restituito un super Gianluigi Quinzi, impegnato proprio contro la testa di serie numero uno del torneo Andrej Rublev.

Quinzi, che cuore!

Inizio super dell’azzurro, che è entrato in campo con l’argento vivo addosso e si è aggiudicato il primo set per 4-1. La replica di Rublev non si è fatta attendere: 4-0 al secondo. Terza partita super combattuta: fondamentale il secondo gioco vinto da Quinzi, dopo aver annullato una palla-break. L’azzurro è rimasto aggrappato con le unghie al match, tenendo il servizio nel sesto gioco. Tie-break durissimo: Rublev passa 7-3 e va avanti di un set. Il russo lascia il quarto set all’azzurro, che vince con un roboante 4-0 e si porta avanzi anche nel 5° e ultimo parziale, prima di venire ripreso e perdere al tiebreak: Rublev piazza un altro 7-3 e vince. Onore comunque al nostro Gianluigi Quinzi.

Chung.jpg

Il sudcoreano Chung grande protagonista della prima giornata: ha battuto Shapovalov per 3-1

Gli avversari dell’azzurro: che Chung!

Nell’altra partita del Gruppo A il canadese Shapovalov inizia a mille, poi cala e si fa passare da Chung che, quanto a tempra e sangue freddo, è sembrato tutt’altro che un ragazzino. Il match si è chiuso 1-3 per il sudcoreano (4-1, 3-4, 3-4, 1-4), bravo a portarsi a casa i due tie-break che hanno cambiato l’inerzia iniziale del match. Il canadese si è trattenuto dal rompere la racchetta all’ultimo game e ha chiuso con una steccata.

Foto 1.jpg

Khachanov in azione nel derby contro Medvedev

Gruppo B: Medvedev e Coric ok

Il match d’esordio della prima edizione delle Next Gen Atp Finals è stato un derby russo: giusto così, considerando la presenza di ben tre “Zar” in questa manifestazione, che diventerebbero quattro se considerassimo le origini del canadese Shapovalov (nato in Israele da genitori russi, ma cresciuto in Canada). Il match è andato a sorpresa a Medvedev, che ha rovesciato la gara e gli sfavori del pronostico, rimontando lo svantaggio iniziale. Il suo connazionale Khachanov si è visto sfilare la partita per 1-3 (4-2, 3-4, 3-4, 4-2). Invece, non c’è stata storia nell’altro match del Gruppo B: il croato Coric ha liquidato l’americano Donaldson in tre set (4-3, 4-1, 4-3), uscito con la testa a testa bassa a fine partita e senza nessuna voglia di firmare autografi.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie di tennis anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

Simone Lo Giudice
Dietro un'atleta c'è sempre una storia... Qui per raccontarvi calcio, tennis e molto altro.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Tennis