Matteo Berrettini e Lorenzo Sonego superano il 3° turno e si qualificano agli ottavi di finale di Wimbledon 2021. Eliminato, invece, Fabio Fognini.

Matteo Berrettini
Matteo Berrettini (FONTE: https://www.ubitennis.com/blog/)

DUE AZZURRI AGLI OTTAVI

Matteo Berrettini e Lorenzo Sonego si qualificano agli ottavi di finale di Wimbledon 2021. Era dal lontano 1955 che due tennisti azzurri non accedevano alla seconda settimana del torneo londinese. Gli ultimi erano stati Nicola Pietrangeli e Giuseppe Merlo. Berrettini e Sonego, quindi, sono i primi a riuscirci nell’era Open.

L’unica dolente di questo 3° turno di Wimbledon 2021 è l’uscita di scena di Fabio Fognini, alla sesta eliminazione in carriera al 3° turno di Wimbledon.

BERRETTINI – BEDENE 6-4, 6-4, 6-4

Partenza on-serve per questo match tra Matteo Berrettini e lo sloveno Aljaz Bedene. L’azzurro non sfrutta tre palle break nel settimo gioco, prima che il match si fermi sul 3-3 a causa della pioggia. Dopo l’interruzione, la partita riprende sul manto erboso di Londra. Berrettini trova il break decisivo nel nono game, alla quinta palla break ottenuta. Tanto basta per chiudere il set per 6-4 in suo favore, grazie ad un eccellente gioco in servizio, che ha regalato all’azzurro ben 7 ace e nessuna palla break concessa a Bedene.

Berrettini ha le prime difficoltà al servizio nel secondo game del secondo set ma è abile a cancellare due palle break allo sloveno, grazie a ben 3 ace di fila. Nel gioco successivo, l’azzurro trova il secondo break del suo match, strappando a zero il servizio a Bedene. Berrettini gioca splendidamente, sfruttando al massimo gli errori del suo avversario e capitalizzando il break ottenuto. 6-4 ed ottavi di finale ad un solo set di distanza.

Immediato break dell’azzurro in apertura di terzo set che, ancora una volta, sarà decisivo ai fini del match. Berrettini amministra il gioco, riuscendo a non andare mai in difficoltà sui colpi di Bedene. Lo sloveno non trova la reazione giusta per rimettersi in partita. 6-4, 6-4, 6-4 e Matteo Berrettini accede alla seconda settimana di Wimbledon, per il secondo anno consecutivo. L’azzurro se la vedrà con uno tra Ivashka e Thompson.

FOGNINI – RUBLEV 3-6, 7-5, 4-6, 2-6

Partenza sugli scudi per entrambi i tennisti in campo: Fognini mantiene il primo turno di servizio solo ai vantaggi, mentre Rublev è chiamato a salvare ben quattro palle break tra il terzo ed il quinto game. Il momento complicato in battuta di Fognini continua nel sesto gioco del set: l’azzurro è costretto a salvare ben 5 palle break, pareggiando i conti in questa frazione. Rublev innesta le marce alte in risposta, comandando in maniera sublime il gioco. Il russo trova il break decisivo nell’ottavo game, mantenendo a zero Fognini. Rublev non lascia scampo a Fognini, vincendo il primo set per 6-3.

Rublev parte molto aggressivo in questo secondo set, trovando subito il break nel terzo game, sfruttando anche due gratuiti di Fognini. L’azzurro reagisce nell’ottavo game, ben sfruttando la quinta palla break disponibile del suo match: una palla corta ed un pallonetto di Fognini concretizzano il break. Ora la partita sul 4-4. Nel gioco successivo, l’azzurro trova il primo vantaggio del set, salvando una palla break con alcuni grandi colpi. Dopo il medical time out chiamato da Fognini, l’azzurro salva un’ennesima palla break dopo essere stato vicinissimo alla conquista del set. Poco male per Fognini che chiude 7-5 dopo un’ora e quaranta di gioco.

Il terzo set comincia dopo un altro intervento del fisioterapista per Fognini. Il problema sembra essere all’altezza del polpaccio, poco sotto al ginocchio. L’inizio dell’azzurro è nuovamente in salita, dopo il break ottenuto da Rublev nel quinto game. Il passaggio a vuoto di Fognini è decisivo per il set: Rublev controlla e si porta a casa questa frazione per 6-4, seppur l’azzurro fosse riuscito ad annullare due set point. L’azzurro può sicuramente recriminare la palla break non sfruttata in questo decimo game.

Altro break in favore di Rublev all’inizio del quarto set. Fognini è poco incisivo nei momenti finali di questo terzo game. Rublev ne approfitta e si porta avanti 2-1. Il russo annulla la palla del controbreak nel gioco successivo ed ottiene il secondo break del set, grazie ad uno splendido gioco in risposta. Fognini non molla ma, alla fine, esce sconfitto da questo scontro con Rublev: 3-6, 7-5, 4-6, 2-6 in favore del russo e Fognini che esce di scena per la sesta volta al 3° turno di Wimbledon. Il russo, invece, accede alla seconda settimana del torneo.

SONEGO – DUCKWORTH 6-3, 6-4, 6-4

Ottimo inizio per Lorenzo Sonego contro l’australiano James Duckworth, valido per il 3° turno di Wimbledon 2021. L’azzurro è avanti di un break (4-2) prima che la partita venga interrotta per pioggia. Dopo praticamente un’ora e 45′ di stop ed un nuovo riscaldamento, Sonego è bravo a capitalizzare al massimo il break ottenuto in partenza di set, conquistando il primo parziale per 6-3.

Grande equilibrio nel corso della seconda frazione fra Sonego e Duckworth. Equilibrio che dura sino al nono game, dove Sonego centra il break decisivo del set, strappando la battuta al suo avversario. 6-4 nel secondo set per l’azzurro.

Sonego, all’inizio del terzo set, salva subito un’importantissima palla break, mantenendo la situazione di parità al secondo game. L’azzurro ne annulla un’altra grazie ad uno splendido pallonetto nel sesto gioco e nel game successivo strappa il servizio a Duckworth, portando il match dalla sua parte. Nell’ultimo game della partita, l’australiano le tenta tutte, annullando anche due match point all’azzurro ma alla fine deve soccombere. 6-3, 6-4, 6-4 e Lorenzo Sonego si qualifica agli ottavi di finale di Wimbledon per la prima volta in carriera. Agli ottavi, un possibile scontro sul Centrale contro Roger Federer.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie di tennis anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

mm
Gabriele Stragapede, 24 anni. Laureato nella facoltà CIM (Comunicazione, Innovazione e Multimedialità) dell'Università di Pavia. Aspirante giornalista sportivo ed attualmente editore per Azzurri di Gloria. Appassionato di calcio e di wrestling, scrive di tutto, un po'.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Tennis