Nella giornata d’oro del nuoto in acque libere, l’Italia esulta anche nei tuffi: Matteo Santoro e Chiara Pellacani, già oro europeo, conquistano la medaglia d’argento nel sincro misto dal trampolino 3m. Chiara si riscatta dunque, dopo la beffa da 1m: quarta dopo una gara a un soffio dal podio. 

TUFFI, MONDIALI 2022: PELLACANI-SANTORO D’ARGENTO NEL SINCRO MISTO

Nella giornata d’oro di Gregorio Paltrinieri e del nuoto in acque libere, c’è spazio anche per una strepitosa medaglia da tuffi. La portano a casa due enormi talenti, Chiara Pellacani (2002) e Matteo Santoro (2006, 16 anni a ottobre), che avevano già vinto l’oro europeo nel sincro misto da 3m e conquistano l’argento mondiale dopo una grande gara, con Matteo che diventa il medagliato più giovane di sempre anche nei Mondiali. La finale dell’Italia è mostruosamente regolare: terzi dopo il primo obbligatorio, gli azzurri sbagliano qualcosina nel sincronismo nel secondo e scivolano in 6a posizione a 2.40pti dal podio. La gara, però, si costruisce nei tuffi liberi e gli azzurri sono impeccabili, salendo in seconda posizione e non scendendo più da quella postazione d’onore alle spalle dell’inarrivabile Cina: restando sempre sopra i 65pti, Chiara e Matteo conquistano un meritato argento. Al termine del quarto tuffo, gli azzurri hanno 8pti sul bronzo e 11pti sulla quarta posizione, e sanno difendersi nell’ultima tornata. Oro alla Cina con 324.15pti, argento per Chiara Pellacani e Matteo Santoro e per l’Italia con 293.55pti (7 in meno degli Europei), bronzo in extremis alla Gran Bretagna: i britannici sfoderano un grande ultimo tuffo, dopo una gara opaca, chiudono a 287.61pti e beffano il Messico (282.42). Italia d’argento dunque, e di ritorno sul podio del sincro ai Mondiali dopo Cagnotto-Dallapè. Con un rammarico: questo strepitoso sincro misto non sarà specialità olimpica…

TUFFI, MONDIALI 2022: PELLACANI 4a NEL TRAMPOLINO 1m

La giornata si era aperta con una parziale beffa, per Chiara Pellacani, nel trampolino 1m. Le eliminatorie erano state un’autentica tonnara, con le migliori atlete (eccezion fatta per Li Yajie) racchiuse in pochissimi punti: Pellacani qualificata come 7a con 251.05, Bertocchi out e 13a con 246.05 e per soli cinque centesimi di punto. Una beffa per la milanese, bronzo mondiale da 1m nel 2017 e non al meglio dal punto di vista fisico. Beffa che arriva anche per Chiara Pellacani: 4a per tutta la gara, l’azzurra paga qualcosa dal punto di vista dei coefficienti ed è imprecisa nel tuffo conclusivo (coeff. 2.4), nel quale partiva a soli sei decimi dal bronzo. Farlo perfettamente, comunque, non sarebbe bastato perchè la statunitense Bacon e la canadese Vallée trovano ciascuna un grande tuffo dall’elevato coefficiente e si assicurano le medaglie. Oro alla cinese Li Yajie con 300.85pti, un risultato strepitoso dal metro, argento USA con Bacon (276.20) e bronzo Canada con Vallée (276.15): Chiara Pellacani è quarta con 269.25 e un’ottima gara, nel complesso. 

Chiudiamo col risultato del Team Event dove l’Italia, argento europeo, non era presente: oro alla Cina, il primo di giornata (saranno tre) e il 100° nei tuffi ai Mondiali, argento Francia e bronzo Gran Bretagna. 

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive di tuffi anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagram.

Marco Corradi
31 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Collaboro con AlaNews e l'Interista

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Tuffi