Dopo aver ottenuto l’ottava medaglia con Visintin, l’Italia conquista altri due podi. La gara più attesa era il Super-G, con le azzurre reduci da sei successi (su 7) in CdM, ma viviamo un’enorme delusione. Arrivano però due medaglie, dal biathlon con Dorothea Wierer e dallo speed skating con Davide Ghiotto. Italia a quota 10, mentre una caduta taglia fuori Arianna Fontana. Rivivi le gare degli azzurri nel nostro LIVE!

Dorothea Wierer festeggia il successo nella partenza in linea di Anterselva (fonte: pagina Facebook ufficiale di Dorothea Wierer)

OLIMPIADI INVERNALI LIVE, DAY 7: RIVIVI LE GARE DEGLI AZZURRI!

Dopo essere arrivata a quota otto medaglie col bronzo di Omar Visintin (snowboardcross), l’Italia si gioca altri due assi nella settima giornata di gare delle Olimpiadi invernali di Pechino 2022. La grande carta era rappresentata dal Super-G femminile, dove abbiamo conquistato sei vittorie su sette gare in CdM, ma arriva un’enorme delusione: trionfo Gut e nessuna azzurra nelle prime cinque, con Brignone 7a e Curtoni 10a. Arrivano però due medaglie: dal biathlon con Dorothea Wierer (sprint 7.5km) e dal pattinaggio di velocità con Davide Ghiotto (10.000m), entrambe di bronzo. Occhi puntati anche sui 1.000m dello short track, dove però una caduta taglia fuori Arianna Fontana, che si stava giocando una medaglia. Italia in gara anche nel curling, nello skeleton, nel salto con gli sci e nello sci di fondo. Rivivi le gare col LIVE di AdG.

15.41 – E finisce qui la settima giornata di gare, con due medaglie e due delusioni per gli azzurri: bronzo per Wierer (biathlon, 7.5km sprint) e Ghiotto (10.000m, speed skating), male il Super-G femminile e sfortunata Arianna Fontana. Appuntamento a stanotte per le nuove emozioni a cinque cerchi.

15.40 – Si è conclusa la gara dello skeleton, che conclude la giornata di gare: oro Grotheer in 4.01.01, la Germania si prende anche l’argento con Jungk (+0.66). Storico bronzo cinese con Yan (+0.76). Gli azzurri: 11° Bagnis (+3.07) e 14° Gaspari (+4.02).

14.19 – Si è conclusa la terza manche dello skeleton. Guida sempre il tedesco Grotheer, che allunga a 85/100 sul connazionale Jungk, col russo Tretiakov terzo a 1”08. Gli azzurri: 11° Amedeo Bagnis (+2.58) e 15° Mattia Gaspari (+3.18). Alle 14.55 la quarta ed ultima heat.

13.50 – Oltre al danno, la beffa. Viene squalificata proprio Fontana.

13.48 – Che sfortuna per Arianna Fontana. Viene travolta dalla Santos proprio mentre stava lottando per l’argento o il bronzo. Non arriva un’altra medaglia. Oro Schulting, argento Choi e bronzo per la belga Desmet.

13.45 – Ci siamo, tutto pronto per la finalissima dei 1.000m dello short track, con Arianna Fontana pronta ad inseguire l’ennesimo super-risultato della sua carriera.

13:30 – In attesa della finale di short track dove Arianna Fontana tenterà di guadagnare la decima medaglia olimpica personale, si prosegue con la 3a manche dello skeleton. Per l’Italia ci sono gli azzurri Amedeo Bagnis e Mattia Gaspari.

13:13 – Italia in finale! Gli azzurri della staffetta maschile 5000m short track conquistano la finale con il tempo di 6:38.92, secondi dietro il team canadese che taglia in prima posizione in 6:38.92

13:07 – Non c’è un attimo di respiro per gli azzurri! Parte la staffetta maschile 5000m. Per l’Italia ci sono Pietro Sighel, Luca Spechenhauser, Yuri Confortola, Tommaso Dotti e Andrea Cassinelli

13:02 – Grandissima Arianna Fontana! Si tiene al terzo posto fino a metà gara per poi sfruttare tutte le forze nel finale, regge bene gli attacchi della terza coreana Choi. Con il tempo di 1:26.82 Arianna è seconda e approda in finale. Primo posto per la statunitense Santos

13:00 – Arrivano i nomi delle prime finaliste dei 1000 metri di short track. L’olandese Schulting e la belga Desmet passano per prime il traguardo, ora tocca ad Arianna Fontana

12:58 – Riprendono i 1000 metri femminili short track. Arianna Fontana dovrà arrivare tra le prime due posizioni per superare queste semifinali e raggiungere la finale con possibile medaglia

12:45 – Pietro Sighel rialza le sorti degli azzurri della 500m maschile di short track e strappa il biglietto per la qualificazione al prossimo turno tagliando il traguardo al secondo posto in 40.37 dietro il cinese Wu

12:28 – Non riesce a ottenere la qualificazione Andrea Cassinelli. L’azzurro con il tempo di 42.791 arriva terzo alle spalle del russo Sitnikov e del canadese Dubois. La speranza ora è riposta in Pietro Sighel

12:22 – Dopo le prime qualificazioni tocca agli azzurri dello short track 500m maschile superare le batterie. Per l’Italia gareggiano Andrea Cassinelli in terza batteria e Pietro Sighel in ottava batteria

12:18 – Giovanni Bresadola effettua un bellissimo salto nel trampolino lungo LH del salto con gli sci. L’azzurro passa le qualificazioni con una distanza salto di 117.5 e si piazza in terza posizione

12:11 – L’azzurra Arianna Fontana non delude le aspettative e passa con scioltezza i quarti di finale di short track al primo posto della batteria tagliando il traguardo in 1:29.32. Insieme a lei si qualifica anche la belga Desmet

12:10 – Contemporaneamente allo short track l’azzurro Giovanni Bresadola tenterà il successo nel salto con gli sci trampolino lungo LH individuale

12:09 – Al via i 1000 metri femminili short track. Per l’Italia c’è Arianna Fontana in terza batteria

11.15 – Il risultato finale della 7.5km sprint del biathlon: oro Roeiseland in 20’44”3, argento per Elvira Oeberg (+30”9) e bronzo per Dorothea Wierer (+37”2). Disastro Vittozzi, 36a a 2’25” con quattro errori al primo poligono. 57a posizione per Comola (+2’46”) e 82a per Sanfilippo (+4’13”).

10. 57 – BRONZOOOOOOOOOOOO! Seconda medaglia in pochi minuti per l’Italia! Dorothea Wierer è bronzo nella 7.5km sprint del biathlon, sfruttando un buon percorso sugli sci e la perfezione dal poligono. Oro alla norvegese Roeiseland, argento ad Elvira Oeberg e bronzo per Doro, che si sblocca nelle Olimpiadi e si mette anche in ottima posizione in vista dell’inseguimento!

10.51 –  BRONZOOOOOOOOOOOOO! Arriva la nona medaglia per l’Italia! Davide Ghiotto conquista il bronzo nei 10.000m dello speed skating, la gara degli italiani, con una prova strepitosa: sfruttando il traino di Nils van der Poel (record del mondo), l’azzurro è terzo e sfiora anche l’argento. Oro a van der Poel stesso, poi Roest e Ghiotto: 9° Malfatti, preceduto da Bloemen per soli 3/100. 

10.45 – Tracollo di Bloemen nell’ultima serie dei 10.000m. Ora Ghiotto sogna il bronzo!

10.44 – Elvira Oeberg supera Dorothea Wierer e si porta al secondo posto, 30”9 di ritardo da Roeiseland. Doro ora sogna il bronzo.

10.37 – Strepitoso Nils van der Poel, che chiude in 12’30”74 e migliora di due secondi il proprio record del mondo nei 10.000m. Davide Ghiotto sogna a lungo il sorpasso a Roest, ma crolla nel finale chiudendo in 12’45”98. Demolisce il suo personale ed è terzo. Manca una serie, nella quale c’è il campione in carica Bloemen. 

10.35 – Aggiornamento sul biathlon e su Wierer: ha terminato la sua gara ed è seconda a 37” da Roeiseland. Presto capiremo se sarà nel novero delle medagliate o meno, ma ha fatto una grande gara, senza errori al poligono.

10.30 – Percorso netto per Wierer! Nessun errore nel secondo poligono e Doro si gioca le medaglie nella sprint 7.5km del biathlon! Molto bene anche Davide Ghiotto nello speed skating e nei 10.000m. Rischiamo di centrare due medaglie!

10.22 – Iniziano i 10.000m di Davide Ghiotto, che sfida il grande favorito, lo svedese van der Poel. Servirà un gran tempo per sognare la medaglia, verosimilmente l’azzurro dovrà andare al di sotto del 12’48”94 di Bergsma. 

10.20 – Malissimo Vittozzi nel poligono a terra. Quattro errori. Il suo tabù continua…

10.18 – Cinque su cinque al primo poligono per Dorothea Wierer, staccata di 4”4 dalla norvegese Roeiseland, che ha già sparato anche dal secondo (senza errori).

10.11 – Inizia la gara delle azzurre nella 7.5km sprint del biathlon: partite Wierer e Vittozzi. Ricordiamo che la classifica di oggi determinerà l’ordine di partenza della prova a inseguimento.

10.00 – Inizia la 7.5km sprint del biathlon femminile. Speriamo in un’ottima giornata per Dorothea Wierer e Lisa Vittozzi, che devono riscattarsi: schieriamo anche Sanfilippo e Comola.

9.33 – Nella quinta serie Davide Ghiotto, che sfiderà l’altro favorito per la vittoria, lo svedese Nils van der Poel.

9.30 – 10.000m dello speed skating, ottimo risultato per Malfatti che chiude in 13’01”42: inarrivabile l’olandese Roest, con uno strepitoso 12’44”59 che dovrebbe valergli senza dubbio il podio.

9.22 – Gli azzurri: 18° De Fabiani (+2’21”), 22° Salvadori (+2’38”), 34° Ventura (+3’17”), 52° Rastelli (+4’30”)

9.20 – Si definisce il podio della 15km tc dello sci di fondo: oro al finlandese Niskanen in 37’54”8, argento a Bolshunov (+23”2) e bronzo a Klaebo (+37”5).

9.15 – Inizia la gara del primo azzurro in gara nei 10.000m: Michele Malfatti sfida l’olandese Roest.

9.00 – Stanno per iniziare, intanto, i 10.000m del pattinaggio di velocità. Schieriamo Davide Ghiotto e Michele Malfatti.

8.58 – Prosegue la gara della 15km tc. Il grande favorito è Niskanen. Occhio a Bolshunov e Klaebo per il podio. Gli azzurri per un piazzamento.

8.32 – Sono sul percorso anche Rastelli e De Fabiani, grande speranza azzurra. Vola, sin qui, il francese Richard Jouve che ha iniziato con un ritmo altissimo e potrebbe calare nella seconda parte.

8.18 – Già sul percorso gli azzurri Salvadori e Ventura. I migliori del ranking partiranno dal pettorale 40 in avanti.

8.00 – Ci siamo, inizia la 15km a tecnica classica dello sci di fondo. Partenza sfalsata per gli atleti, la nostra punta di diamante è De Fabiani. Schieriamo anche Rastelli, Ventura e Salvadori.

5.25 – Ora una pausa fino alle 8. Si riprenderà con la 15km maschile, sci di fondo.

5.11 – Non ci saranno altri scossoni nel Super-G. Oro a Lara Gut col tempo di 1.13.51, argento Puchner (+0.22) e bronzo a Michelle Gisin (+0.30). Un tracciato semplice, simile a una discesa, ci penalizza: 7a Brignone (+0.66), 10a #Curtoni (+0.83), indietro Bassino e Marsaglia.

4.55 – Skeleton, la classifica dopo la seconda manche: guida a sorpresa l’australiana Narracott, davanti alle tedesche Neise (+0.21) ed Hermann (+0.23). Sprofonda la canadese Rahneva: da leader diventa nona, a 83/100. 16a Valentina Margaglio a 1”54 (tempo di 2.05.88).

4.49 – Il Super-G regala una profonda delusione all’Italia: dalle sei vittorie (su 7) in CdM, col tris di Federica Brignone, si arriva all’assoluto nulla di fatto olimpico. Azzurre fuori dal podio.

4.47 – Nulla da fare neanche per Marta Bassino, 15a a 1”57. 

4.45 – Malissimo Francesca Marsaglia: chiude 17a ed ultima a 2”10 da Lara Gut. Ora Bassino. 

4.32 – Che delusione per l’Italia. Dal dominare la specialità, con sei vittorie su sette (3 Brignone, 2 Goggia, 1 Curtoni) e i primi tre posti nella CdM di Super-G, al rischio concreto di chiudere a bocca asciutta alle Olimpiadi.

4.31 – Non ingrana neanche Elena Curtoni, che vede sfumare il suo sogno olimpico in Super-G: chiude nona a 83/100 da Lara Gut. Le nostre (esigue) chances di medaglia ora sono nelle mani di Marsaglia e Bassino.

4.20 – Delusione enorme per Federica Brignone, grande favorita della vigilia in questo Super-G, e invece mai davvero in lotta per la vittoria. Nessun errore evidente, ma un grande ritardo nei confronti di Gut: chiude sesta a 66/100.

4.17 – Ottavo end che sorride nuovamente alla Svezia nel curling. Altri tre punti e vantaggio di 9-3. L’Italia, visto l’enorme margine, decide di arrendersi: match concluso al termine dell’ottavo periodo. Due match e due ko per gli azzurri.

4.14 – Lara Gut spodesta l’austriaca Puchner e balza in testa. Ottimo Super-G della svizzera, chiuso col tempo di 1.13.51. Ora Huetter e poi Brignone.

4.04 – Prova mostruosa di Ester Ledecka: la campionessa in carica sfreccia nel tratto finale e rifila 1”39 all’austriaca Raedler. Tempo di 1.13.95, che viene subito battuto dall’austriaca Puchner: margine di 21/100 sulla ceca. 

4.02 – Procede a piccoli passi l’Italia del curling: un altro punto conquistato nel settimo end, dove potevamo giocarci l’hammer e l’ultimo tiro. Svezia avanti 6-3.

4.00 – Inizia il Super-G femminile. Apre le danze l’austriaca Raedler, poi toccherà a Ester Ledecka, che aveva sorpreso tutti a PyeongChang.

3.55 – Attesa per il Super-G femminile: Brignone col 9, Curtoni col 13, Marsaglia e Bassino coi pettorali 18 e 19. Le altre big: 6 Worley, 7 Gut, 11 Shiffrin, 15 Suter. Si inizia alle 4, con 44 atlete in gara.

3.40 – Sesto end funesto per il curling maschile. La Svezia marca ben tre punti e scappa via: Italia in svantaggio col punteggio di 6-2.

3.24 – Si è conclusa la prima manche dello skeleton femminile. Molti problemi col tracciato e troppi errori per Valentina Margaglio, che si piazza in 17a posizione a 81/100 dalla leader, la canadese Rahneva. Classifica cortissima: dieci atlete in mezzo secondo, venti in un secondo. Alle 4 la seconda heat. 

3.22 – Un solo punto per gli azzurri nel quinto end. Si va alla pausa sul punteggio di 3-2 per la Svezia, in una sfida estremamente tattica.

3.05 – La Svezia sfrutta l’hammer nel quarto end, e lo fa nel migliore dei modi: bocciata per eliminare la stone azzurra e vantaggio scandinavo sul punteggio di 3-1.

2.45 – Terzo end positivo per gli azzurri. Un punto e lo svantaggio viene pareggiato. 1-1.

2.35 – Inizia la prima manche dello skeleton femminile. Impegnata Valentina Margaglio.

2.30 Retornaz, Mosaner e compagni limitano i danni nel secondo end, che vedeva l’hammer (ultimo tiro) a vantaggio della Svezia. Azzurri sotto 1-0. La prima mano era stata data nulla. 

2.10 – Si parte col curling, l’Italia sfida la Svezia.

2.00 – Si chiude con lo skeleton maschile, che vede impegnati i nostri Amedeo Bagnis (11°) e Mattia Gaspari (15°): terza manche alle 13.20, quarta ed ultima dalle 14,55,

1.55 – Intensa giornata per lo short track, con Arianna Fontana protagonista: per la nostra capitana i quarti dei 1.000m (12), che si spera portano alla semifinale (12.55) e alla finalissima, prevista per le 13.43. In programma anche le batterie dei 500m maschili (Sighel e Cassinelli, 12.18) e le semifinali della staffetta maschile sui 5.000m (13.04).

1.50 – Si prosegue col salto con gli sci, e con le qualificazioni dal trampolino LH maschile: schieramo Giovanni Bresadola, dalle 12.

1.45 – Alle 10, invece, è il momento del biathlon e della 7.5km sprint: Dorothea Wierer deve riscattare un brutto avvio delle Olimpiadi. Schieriamo anche Samuela Comola, Federica Sanfilippo e Lisa Vittozzi.

1.40 – Dopo il fondo, lo speed skating e i 10.000m maschili: in gara Davide Ghiotto e Michele Malfatti.

1.35 – Qualche ora di pausa, e poi alle 8 torniamo in gara nella 15km dello sci di fondo: Francesco De Fabiani sarà la punta di diamante degli azzurri, che schierano anche Maicol Rastelli, Giandomenico Salvadori e Paolo Ventura.

1.30 – Alle 4, invece, la gara più attesa del programma dello sci alpino. L’Italia ha vinto sei gare su sette nei Super-G della CdM, e punta dichiaratamente all’oro: schieriamo Federica Brignone (favorita), Elena Curtoni, Marta Bassino e Francesca Marsaglia. Sofia Goggia aveva rinunciato ieri, puntando tutto sulla discesa.

1.25 – Alle 2.30 inizia invece la giornata dello skeleton femminile, con Valentina Margaglio nella prima manche. Alle 4 la seconda di quattro heat.

1.20 – La giornata inizia col curling. Retornaz, Mosaner e compagni proveranno a riscattare il ko al debutto contro la Gran Bretagna (7-5), sfidando la Svezia. Si inizia alle 2.05.

OLIMPIADI INVERNALI: ULTIME NEWS E RISULTATI

News sulle Olimpiadi Invernali Pechino 2022 tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagram.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Biathlon