Sul lungomare Trieste di Caorle, si sono disputati i Campionati Italiani di Beach Volley. Nicolai/Lupo & Breidenbach/Benazzi conquistano il titolo.

Il podio dei Campionati Assoluti Italiani 2020
Il podio dei Campionati Assoluti Italiani 2020 (FONTE: https://beachvolley.federvolley.it/)

NICOLAI/LUPO ANCORA CAMPIONI D’ITALIA

Una giornata non esattamente fantastica, dal punto di vista di meteorologico, ma straordinaria per il mondo dello sport italiano e del beach volley. Sul lungomare Trieste di Caorle, sono andati in scena i Campionati Assoluti Italiani 2020 di beach volley.

In campo maschile, una finale al cardiopalma, conclusa al tiebreak, ha consegnato lo scudetto a Paolo Nicolai & Daniele Lupo. I due azzurri hanno sconfitto Enrico Rossi & Adrian Carambula, con il punteggio di 18-21, 21-13, 15-11. Quarto scudetto personale per entrambi i due atleti.

A completare il podio, ci pensa la coppia formata da Andrea Abbiati & Tiziano Andreatta, che conferma il grande momento di forma, dopo la vittoria di Lubiana (SVN), fermandosi solo in semifinale al tiebreak con Nicolai/Lupo.

PRIMO SCUDETTO PER BREIDENBACH/BENAZZI

A cucirsi il tricolore sulla canotta, in campo femminile, sono state Sara Breidenbach & Giada Benazzi, al primo scudetto assoluto della loro carriera.

Anche loro, come Nicolai/Lupo, hanno perso il primo set della finale, per poi andare a vincere la partita al tiebreak. Breidenbach/Benazzi hanno sconfitto Scampoli/Bianchin (24-22, 14-21, 14-16).

Da segnalare, il forfait in semifinale della coppia principe del mondo del beach volley femminile italiano, Marta Menegatti & Viktoria Orsi Toth, a causa di un infortunio occorso alla prima. Il terzo posto è andato quindi a Varrassi/They.

TUTTE LE DICHIARAZIONI

Di seguito, pubblichiamo tutte le dichiarazioni rilasciate al termine della manifestazione.

Luciano Striuli, sindaco del comune di Caorle: “Fino a qualche settimana fa era impensabile tutto ciò, un’organizzazione importante dietro un evento importante. La collaborazione stretta in questi anni con la FIPAV ci ha permesso di portare ancora una volta a Caorle un campionato italiano dall’altissimo livello di gioco dando quest’anno un importante messaggio di coraggio per ripartire. Ripartenza, infatti, è il motivo di questa manifestazione ma col rispetto delle regole. Non dimentichiamo che Caorle prima del Covid organizzava 130 eventi sportivi, vogliamo tornare a questo e consolidare il rapporto con la FIPAV. Ho assistito a diverse gare, il livello è altissimo e questa è un’ulteriore conferma che il beach volley non può mancare a Caorle”.

Il presidente della Federazione Italiana Pallavolo, Bruno Cattaneo: “Una pausa molto lunga, una pausa molto sofferta, una pausa in un periodo dove abbiamo avuto tante preoccupazioni, incertezze e difficoltà. Questo di Caorle vuole essere un segno di ripresa. Grazie alla capacità organizzativa della JBA, alla disponibilità del Comune di Caorle e di tutti quelli che hanno collaborato. Nonostante il meteo siamo riusciti a portare tutto a termine al meglio. Le preoccupazioni non finiscono, abbiamo la ripresa dell’indoor, la problematica delle scuole, come FIPAV svolgiamo una gran parte della nostra attività negli istituti scolastici che oltre al valore sportivo ha un’azione sociale nei confronti dei ragazzi. Guardando al futuro vogliamo sicuramente implementare l’attività del beach volley fatto di regole, nel rispetto della persona e della qualità del nostro operato”.

Sara Breidenbach: “C’è incredulità adesso, tanta gioia ma incredulità. E’ stato il primo torneo insieme, preparato da giugno tra Cesenatico e Milano. Non so come spiegare l’emozione, ma è la dimostrazione che a chi ci crede succede. Grazie a Giada, qui a Caorle è stato tutto perfetto nonostante le difficoltà. Per adesso si pensa al presente, poi sul futuro si vedrà”.

Giada Benazzi: “In realtà non abbiamo pensato a nulla durante la gara, abbiamo pensato una palla alla volta. Hanno battuto su Sara, poi su me, hanno fatto un buon break conquistando il primo set. Poi abbiamo girato la partita e siamo riuscite a vincere, incredibile. E’ stato difficile, cerchiamo di ritagliare spazi per allenarci e portare avanti la nostra passione durante l’anno. Il nostro obiettivo era arrivare qui e giocarcela con le più forti. Siamo contentissime. Grazie a Sara, alla BVU, alla mia famiglia e ai miei datori di lavoro per i tanti permessi concessi per potermi allenare”.

Paolo Nicolai: “Onestamente è stato importante tornare a giocare, era un po’ che non lo facevamo. La finale è stata di alto livello. Credo di poter possa crescere ancora un po’, mentre Daniele l’ho visto abbastanza bene. Abbiamo vinto, non è questo il nostro obiettivo più grande ma vincere fa sempre piacere. Siamo venuti qui a Caorle per capire a che punto siamo, siamo un po’ indietro ma ci sono ancora due settimane per gli Europei. La cosa buona di questi giorni è che l’Europeo ci sia”.

Daniele Lupo: “Sono abituato a ricevere skyball, Adrian è un grandissimo atleta e fa divertire il pubblico. Con Enrico sono una grandissima coppia. Questo è un punto di inizio per noi, ci sarà l’Europeo dove speriamo di divertirci”.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive di beach volley anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

mm
Gabriele Stragapede, 24 anni. Laureato nella facoltà CIM (Comunicazione, Innovazione e Multimedialità) dell'Università di Pavia. Aspirante giornalista sportivo ed attualmente editore per Azzurri di Gloria. Appassionato di calcio e di wrestling, scrive di tutto, un po'.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Beach volley