L’Italia riparte dalle 11 medaglie ottenute sin qui, con cui ha superato PyeongChang (ma non nel numero di ori), e vuole allungare la sua striscia di giorni sul podio. La grande chance era rappresentata da Dorothea Wierer e dall’inseguimento del biathlon, ma svanisce con due errori fatali nel terzo poligono. Sfumano anche i sogni nel gigante: De Aliprandini (6° a metà gara) è out dopo poche porte nella seconda manche. Occhi anche sullo short track, con Sighel. Segui il LIVE delle gare! 

Nazionale Italiana di curling

Nazionale Italiana di curling (FONTE: https://www.fisg.it/web/curling-litalia-maschile-)

OLIMPIADI INVERNALI LIVE, DAY 9: SEGUI TUTTE LE GARE DEGLI AZZURRI!

L’Italia riparte dalle sue 11 medaglie, dopo l’argento di Visintin e Moioli, e insegue altri successi. La maggior chance di andare sul podio arriva dal biathlon e dall’inseguimento femminile, ma sfuma per i due errori nel terzo poligono di Dorothea Wierer, che poi crolla in 6a posizione. Più difficili le cose nell’inseguimento maschile. Lo slalom gigante si trasforma da sogno in incubo, con l’uscita di Luca De Aliprandini (6° a metà gara) dopo pochissime porte della seconda manche. Petro Sighel vede sfumare una possibile medaglia proprio all’ultimo per colpa di  una caduta in Finale A nei 500m maschili dello short track. Nel biathlon inseguimento maschile 12.5Km Lukas Hofer arriva molto vicino al podio ma, nonostante un’ottima gara, deve accontentarsi del quarto posto. Niente successo anche per il team azzurro del pattinaggio velocità, che nell’inseguimento a squadre arriva molto lontano dal podio. Fortunatamente ci pensano gli azzurri del curling a rialzare il morale chiudendo la giornata con una vittoria al girone 7 maschile nei confronti della Svizzera per 8 a 4. Sfideranno domani il Canada che ha battuto oggi la Russia. Segui tutte le gare col LIVE di Azzurri di Gloria.

15:40 – Termina 8 a 4 con il passaggio dell’Italia che batte la Svizzera e avanza nel girone maschile. Domani il team azzurro sfiderà il Canada, uscito oggi vincitore dalla sfida contro la Russia

15:30 – All’inizio dell’ultimo end nel curling l’Italia è ormai proiettata verso la qualificazione con un punteggio di 8 su 4 nei confronti della Svizzera. Ora il team azzurro deve concentrarsi e fare un ultimo sforzo per non buttare via tutto

15:07 – Rimane solo il curling per l’Italia prima di chiudere la giornata di oggi. Il team azzurro attualmente è all’inizio dell’ottavo end e in vantaggio per 5 a 4 sulla Svizzera

14:35 – Italia settima e out nell’inseguimento a squadre dello speed skating. Azzurri eliminati.

14:09 – Al termine del secondo quarto di finale tra Olanda e Canada il team azzurro slitta al quarto posto. Ora la qualificazione è davvero lontana e molto difficilmente l’Italia riuscirà a passare il turno

14:04 – Gara sofferta per il team italiano nell’inseguimento maschile a squadre del pattinaggio di velocità. Purtroppo vincono il confronto i coreani a 3:41.89 contro il tempo azzurro di 3:42:04. Ora bisogna sperare che non più di due squadre facciano meglio degli italiani per poter superare questi quarti

13:59 – Nel frattempo l’Italia scende sul ghiaccio nell’inseguimento maschile a squadre del pattinaggio di velocità. Il team azzurro formato da Davide Ghiotto, Andrea Giovannini, Michele Malfatti e Alessio Trentini sarà il primo a gareggiare contro il team coreano

13:54 – Continua nel frattempo la sfida del curling tra Italia e Svizzera. Al momento sono proprio gli svizzeri  a condurre il gioco per 2 a 1

13:18 – Niente da fare per Pietro Sighel, a due giri dalla fine l’azzurro cade e manda in fumo una comunque difficile possibilità di raggiungere il podio. Oro per l’ungherese Shaoang Liu, argento al russo Konstantin Ivliev e infine bronzo al canadese Steven Dubois

13:12 – Ha inizio la Finale A della 500m maschile di short track dove l’azzurro Pietro Sighel tenterà di raggiungere il podio

12:40 – Termina con un primo posto per l’Italia la Finale B di staffetta femminile short track 3000m. Una caduta poco prima del traguardo taglia fuori il team americano e Arianna Fontana si prende con comodo la prima posizione

12:36 – Intanto è partita anche la Finale B della staffetta femminile 3000m. Per l’Italia ci sono Arianna Fontana, Arianna e Martina Valcepina, Arianna Sighel e Cynthia Mascitto

12:28 – Buone notizie dallo short track maschile 500m. L’azzurro Pietro Sighel arriva secondo per un millesimo di secondo dal terzo e dietro al russo Konstantin Ivliev e ora è in finale A per una possibile medaglia

12:19 – Iniziano ad arrivare i primi risultati per il biathlon nell’inseguimento maschile sulla distanza dei 12.5Km. Il francese Quentin Fillon Maillet va a prendersi l’oro tagliando per primo il traguardo, dietro di lui il norvegese Boer e terzo il russo Latypov. Quarto posto per l’azzurro Lukas Hofer, mentre Dominik Windisch e Thomas Bormolini si trovano oltre metà classifica

12:15 – Lukas Hofer sta disputando una grandissima gara fino ad ora. Zero errori al poligono e terzo posto momentaneo che potrebbe forse portare a una medaglia

11:54 – Molto bene Lukas Hofer al primo poligono, per lui nessun errore e momentanea sesta posizione. Anche Thomas Bormolini non commette nessun errore e va a segno con tutti i bersagli, mentre Dominik Windisch ha mancato solo il secondo bersaglio da sinistra

11:45 – Ha inizio il biathlon con l’inseguimento maschile sulla distanza dei 12.5Km. Per l’Italia ci sono i tre azzurri: Lukas Hofer, Thomas Bormolini e Dominik Windisch

10.43 – Prossimo appuntamento, alle 11.45, con l’inseguimento maschile sulla distanza dei 12.5km: Hofer parte 14°, Bormolini 22° e Windisch 30°. Medaglie difficili, per un’Italia che rischia di restare a secco.

10.38 – Addio ai sogni di gloria nell’inseguimento del biathlon femminile. Oro a Roeiseland, con 1’36” su Elvira Oeberg e 1’49” su Eckhoff, che approfitta della clamorosa crisi di Tandrevold. Sesta Dorothea Wierer a 2’09”: fatali i due errori nel terzo poligono che, sommati a quello nel quarto ed ultimo, le strappano il podio. Chiude 32a Vittozzi (4 errori) a 4’34”, 37a invece Comola.

10.31 – Il passaggio a giro scontato: Wierer quarta a una decina di secondi da Oeberg e Tandrevold. Addio medaglie?

10.30 – Cinque su cinque per Roeiseland, che ipoteca l’oro nell’inseguimento. Un errore per Wierer, che ora deve difendersi dall’assalto delle rivali mentre sconta il giro di penalità.

10.22 – Due errori per Dorothea Wierer nel terzo poligono, dove hanno sbagliato praticamente tutte le atlete. La classifica dopo 6km: guida Roeiseland, con 1’25” sull’azzurra e 1’41” sull’austriaca Hauser. Manca l’ultimo poligono, che sarà decisivo per le medaglie.

10.15 – Strepitosa Doro! Wierer non sbaglia nei primi due poligoni ed è argento virtuale!

10.01 – Inizia la 10km ad inseguimento del biathlon: Dorothea Wierer a caccia di una medaglia, partendo dal terzo posto. Schieriamo anche Vittozzi e Comola.

10.00 – Il risultato finale della staffetta 4x10km: oro alla Russia, con 1’07” sulla Norvegia (argento) e 1’16” sulla Francia. Italia ottava a 5’25”, con un progressivo tracollo dopo la strepitosa frazione di Federico Pellegrino.

9.43 – Crolla Klaebo a metà frazione, dopo aver capito che l’oro è sfumato: la Francia prova a staccarlo e ipotecare l’argento. Italia ottava.

9.32 – Russia in pieno controllo quando si passa al quarto frazionista. ROC rifila 45” a Norvegia e Svezia, Francia poco più indietro a 49”. Italia settima a 3’27”, stiamo duellando con la Svizzera. Ora Graz.

9.04 – Tracollo di De Fabiani nella seconda parte della sua frazione. L’Italia crolla giù dal podio e va oltre, scivolando in 7a posizione a 1’44”: eravamo con Norvegia e Germania, ora siamo a quasi un minuto dalla zona-medaglie, mentre la Russia domina. Inizia la frazione di Salvadori.

9.00 – Solo Odermatt riesce a sconfiggere lo strepitoso Kranjec, autore di una seconda manche mostruosa. Oro allo svizzero e argento allo sloveno, secondo a 19/100: terzo Faivre a 1”34, mentre sfiora l’impresa lo statunitense Radamus, quarto a 1”60. Quinto Favrot, che precede Pinturault, Caviezel, Kristoffersen, l’andorrano Verdù e Zubcic. Out De Aliprandini.

8.51 – Mestamente out dopo pochissime porte Luca De Aliprandini. Mai in gara l’azzurro, che ha sbagliato completamente l’interpretazione del tracciato.

8.49 – Ci siamo, tocca a Luca De Aliprandini, che va a caccia delle medaglie. L’azzurro era 6° dopo la prima manche, a 49/100 da #Odermatt e 41/100 dal podio. Il tempo da battere al momento è il 2.09.54 di un mostruoso Kranjec, su cui ha 29/100 di margine. Forza Luca!

8.48 – Manche mostruosa di Kranjec, da potenziale podio. Parte con soli 8/100 su Radamus e chiude con un vantaggio di 1”41, raddoppiando il margine sul piano finale.

8.45 – Sci di fondo, 4x10km: il norvegese Golberg fa la differenza e stacca Italia e Germania. De Fabiani fatica a mantenerci in zona-podio, un traguardo attualmente (purtroppo) al di sopra delle nostre reali potenzialità.

8.37 – Strepitosa manche dell’andorrano Verdu (13° nella prima manche), che rifila 81/100 ad Haaser e potrebbe candidarsi a una serissima top-10. Ora Braathen (che va out), poi Pinturault.

8.31 – CLAMOROSA FRAZIONE DI PELLEGRINO! L’Italia cambia ai 10km in terza posizione. Guida la Russia, con 23”5 sulla Germania e 24”1 sugli azzurri, che hanno dieci secondi sulla Norvegia. Ora De Fabiani.

8.29 – Metà gara dello slalom gigante: per ora guida Haaser in 2.12.39, con soli 2/100 su Tommy Ford. Continui ribaltoni sin qui, visti gli ampi distacchi.

8.22 – Ottima frazione, sin qui, per Federico Pellegrino nella staffetta 4x10km: l’azzurro è terzo e fa parte del gruppetto che si gioca le medaglie tallonando la Germania e precedendo Norvegia, Svezia e Francia. Guida la Russia, 27” sul quintetto citato poc’anzi

8.06 – Il tracciato dello slalom gigante sembra sicuramente migliroe, in questa seconda manche. C’è sempre l’insidia della neve fresca, ma solo a bordo pista: influenzerà la gara in caso di errori sulle traiettorie.

8.05 – Inizia anche la staffetta 4x10km dello sci di fondo: l’Italia schiera Pellegrino, De Fabiani, Salvadori e Graz. Medaglie lontane, sulla carta#olympics #giochiolimpici #beijing2022 #italiateam

8.02 – Ci siamo, dopo il rinvio inizia la seconda manche dello slalom gigante. Un unico italiano in gara: Luca De Aliprandini, che è sesto a 49/100 da #Odermatt e tre decimi dal podio

7.00 – Mentre attendiamo l’inizio della seconda manche dello slalom gigante, armati di caffé, arriva una notizia dallo sci alpino: Olimpiadi concluse per Petra Vlhova, che si tira indietro per un problema al tendine della caviglia che la tormentava da settimane e ha condizionato i suoi Giochi. Un’avversaria in meno per Federica Brignone nella combinata.

6.32 – Rinviato alle 8 l’inizio della seconda manche dello slalom gigante, per consentire l’ingresso dei gatti delle nevi che puliranno il tracciato e le operazioni di pulizia. Nel mentre, la neve ha colpito anche Pechino.

5.05 – Attimi di pausa nelle gare azzurre, proprio fino alla seconda manche del gigante, che si disputerà alle 6.45. Si spera in un miglioramento delle condizioni o, quantomeno, in un serio intervento per ripulire la pista e renderla praticabile…

5.00 – Slalom gigante. Dopo la 1a manche guida Odermatt (1.02.93) con 4/100 su Brennsteiner, che precede Faivre (+0.08), Kristoffersen (+0.12) e Favrot (+0.19). Cinque atleti in 19/100, e il 6° è De Aliprandini a 49/100: top-10 per Feller (+0.74), Kranjec (+0.78), Radamus (+0.86), Gino Caviezel (+0.96), fuori dai dieci Pinturault e Braathen. Out Vinatzer e Sala.

4.46 – Si è conclusa, intanto, la seconda manche del monobob femminile: Giada Andreutti risale in 14a posizione con una buona manche, chiusa a 2”36 dalla leader. Domina la statunitense Humphries, con 1”04 sulla prima rivale. Domani le ultime due manches, alle 2.30 e alle 4.

4.44 – Quarto ko consecutivo per l’Italia del curling, che si arrende a due stones dalla fine, vista l’impossibità di segnare tre punti ed evitare la sconfitta. La Russia vince 10-7 e il momento-no prosegue. Alle 13.05 la sfida alla Svizzera.

4.33 – Gara pressochè compromessa per l’Italia del curling: la Russia marca tre punti nel nono end. Punteggio di 10-7 e si avvicina una nuova sconfitta.

4.25 – Out anche Vinatzer, nello stesso punto in cui era già uscito Tommaso #Sala. Sono ben 17 gli atleti usciti dal tracciato, per colpa dell’imperizia degli organizzatori, che non stanno assolutamente ripulendo la pista. All’Italia resta il solo De Aliprandini, 6° dopo la prima manche di questo gigante.

4.21 – Out Tommaso Sala, secondo azzurro in gara in uno slalom gigante ai limiti della regolarità.

4.17 – Pareggia nuovamente l’Italia del curling. Punteggio di 7-7 al termine dell’ottavo end.

4.08 – Si avvicina il momento della discesa in gara degli altri due azzurri: Sala col pettorale numero 39 e Vinatzer col 44, entrambi slalomisti. Ma, con queste condizioni e questa “visibilità”, tutto può succedere. Nel mentre, De Aliprandini resta in 6a posizione a 49/100 da Odermatt.

4.04 – Nuovo rinvio per le qualificazioni del freestyle slopestyle, inizialmente previste alle 3 (run 1) e alle 4 (run 2), e poi spostate di due ore. Non si terranno oggi e verranno rinviate a domani.

4.00 – Curling, fine del settimo end: l’Italia limita i danni e subisce un solo punto. Russia avanti 7-6.

3.49 – Aggiornamenti nel curling: mano nulla nel sesto end, si rimane sul 6-6, coi russi che mantengono l’hammer. Un deja-vu del primo/secondo end, e del momento che aveva portato l’Italia sotto 3-0 a inizio match.

3.43 – TV break nel gigante. Guida Odermatt in 1.02.93, con 4/100 su Brennsteiner e 8/100 su Faivre: seguono Kristoffersen (+0.12) e De Aliprandini (+0.49). Stiamo assistendo a una gara falsata dalla scarsissima visibilità, con tempi alti per Kranjec e Braathen tra gli altri…

3.36 – Ottima manche dell’austriaco Brennsteiner, che non aveva mai fatto grandi cose in gigante: chiude secondo a 4/100 da Odermatt. Scala quinto De Aliprandini, a 49/100, precedendo big come Kranjec e Pinturault.

3.31 – Organizzazione dilettantistica in questo gigante: la zona d’arrivo non è stata ripulita dalla neve fresca e gli atleti rischiano clamorosi scivoloni. Schwarz ha appena sfiorato una fragorosa caduta, poteva farsi davvero male.

3.30 – Giocano a rimpiattino Italia e Russia nel curling: dopo i tre punti degli atleti ROC, arrivano quelli degli azzurri. Retornaz, Mosaner e compagni riportano il punteggio in parità: 6-6 alla pausa.

3.21 – Odermatt scavalca Kristoffersen di 12/100, rischiando tantissimo. Anche lo svizzero si lamenta con veemenza della visibilità ridotta, ma gli organizzatori fanno spallucce. Si prosegue.

3.18 – Attacca come un leone De Aliprandini, nonostante una condizione tutt’altro che ottimale, ma commette qualche errore di troppo: chiude a 37/100 da Kristoffersen e a fine gara confessa che non vedeva assolutamente niente. La neve inizia ad influenzare la corsa…

3.17 – Si è conclusa la storica prima manche del monobob femminile alle Olimpiadi: guida la statunitense Humphries in 1.04.44, con tre decimi sulla tedesca Nolte e 68/100 sul duo formato da Taylor Meyers (USA) e de Bruin (Canada). 17a Giada Andreutti a 1”63. Alle 4 la seconda run.

3.15 – Visibilità ridotta e neve appena caduta sul tracciato dello slalom gigante. Lo inaugura Henrik Kristoffersen, che stabilisce il primo tempo utile: 1.03.05. Ora De Aliprandini.

3.13 – Si conclude il quarto end e arriva un altro ribaltone per l’Italia del curling, che vede scappare via nuovamente la Russia: tre punti subiti, gli atleti russi sono in vantaggio 6-3.

3.05 – Dieci minuti e prenderà il via lo slalom gigante. L’Italia schiera De Aliprandini, reduce da un infortunio a gennaio e sorteggiato col numero 2, e gli slalomisti Sala e Vinatzer, che scenderanno rispettivamente col numero 39 e 44.

2.50 – L’Italia del curling si risolleva e pareggia i conti con un ottimo terzo end: siamo sul 3-3 contro la Russia.

2.35 – Prima mano da dimenticare per l’Italia, che subisce tre punti dalla Russia. Il primo parziale è un poco lusinghiero 3-0, che andrà ribaltato per evitare la quarta sconfitta consecutiva nel round robin del curling

2.30 – Non solo curling: è iniziata la prima e storica manche del monobob, specialità che debutta al femminile. Schieriamo Giada Andreutti, ex lanciatrice del disco che fa il suo debutto nelle Olimpiadi invernali.

2.15 – Mano nulla nel primo end. Italia e Russia sullo 0-0, con gli ex sovietici che mantengono l’hammer per il secondo periodo.

2.05 – Ci siamo, inizia la nona giornata di gare per l’Italia. Si parte dal curling, Italia contro Russia.

2.02 – Arriva subito una notizia dallo sci alpino: cancellata la prova di discesa libera per la forte nevicata che sta colpendo Yanqing, località che di solito assiste a 5cm di neve in tutto l’anno solare…

2.00 – Infine, alle 14, il pattinaggio di velocità e l’inseguimento a squadre maschile: Davide Ghiotto, Andrea Giovannini, Michele Malfatti e Alessio Trentini partono dai quarti e vanno a caccia di un risultato da ricordare.

1.55 – Alle 12 riprende il programma dello short track, coi quarti di finale dei 500m. Pietro Sighel insegue la qualificazione alle semifinali, previste alle 12.27: alle 13.14 l’eventuale finalissima. Italia in gara anche, ahinoi, nella finale B della staffetta femminile: Fontana, Mascitto e le sorelle Valcepina dovranno interpretarla al massimo e vincerla, perchè in caso di cadute e/o squalifiche nella finale assoluta, conterà per le medaglie. Appuntamento alle 12.25.

1.50 – Alle 11.45, invece, la gara ad inseguimento del biathlon maschile. Lukas Hofer parte dalla 14a posizione (1’19” da Boe), Bormolini dalla 22a, Windisch dalla 30a. Si gareggia sulla distanza di 12.5km.

1.45 – La grande chance di medaglia, oltre al gigante se De Aliprandini sarà al 100%, arriva a partire dalle 10, con la gara ad inseguimento (10km) del biathlon femminile. Dorothea Wierer partirà terza, dopo il bronzo della sprint (37”2 da Roeiseland), e insegue la seconda medaglia. In gara anche Vittozzi (36a) e Comola (57a).

1.40 – Nella mattinata italiana, invece, la staffetta maschile (4x10km) dello sci di fondo: l’Italia schiera Federico Pellegrino, Francesco De Fabiani, Giandomenico Salvadori e Davide Graz.

1.35 – Non appena finirà lo slalom gigante, occhi puntati sulle prove cronometrate della discesa: Sofia Goggia ieri ha chiuso 12a senza forzare, e oggi teoricamente proverà ad alzare l’asticella. Prove che saranno importanti per tutte le azzurre: i risultati determineranno il quartetto schierato il 15 febbraio.

1.30 – Alle 3.15 riecco lo sci alpino, con lo slalom gigante: l’Italia schiera tre atleti, ma in realtà punta tutto sull’argento mondiale Luca De Aliprandini (reduce da un infortunio), visto che Alex Vinatzer e Tommaso Sala sono slalomisti. La seconda manche sarà alle 6.45.

1.25 – Alle 3, invece, torna in scena il freestyle. Silvia Bertagna ed Elisa Maria Nakab saranno impegnate nelle qualificazioni dello slopestyle. Alle 4.01 la seconda run, decisiva per l’accesso in finale.

1.20 – Alle 2.30, invece, tocca al bob. Italia in gara nella prova individuale femminile, con Giada Andreutti. Alle 4 l’ex lanciatrice del disco vivrà la seconda manche.

1.15 – La giornata inizia con il curling. L’Italia, reduce da tre ko consecutivi e da un’estenuante sfida contro la Cina (12-9 per i padroni di casa), affronta la Russia alle 2. Il curling chiuderà anche la giornata, affrontando la Svizzera alle 13.05.

OLIMPIADI INVERNALI: ULTIME NEWS E RISULTATI

News sulle Olimpiadi Invernali Pechino 2022 tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagram.

Marco Corradi
31 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Collaboro con AlaNews e l'Interista

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Biathlon