Dopo la prima giornata senza medaglie e l’enorme delusione per Michela Moioli, l’Italia riparte e conquista il bronzo nello snowboardcross con Omar Visintin, autore di una serie di gare strepitosa. Occhi puntati anche sulla terza uscita di Francesca Lollobrigida, che chiude quarta nei 5.000m. Rivivi il LIVE delle gare con Azzurri di Gloria!

OLIMPIADI INVERNALI LIVE, DAY 6: RIVIVI LE GARE DEGLI AZZURRI!

Dopo aver chiuso per la prima volta senza medaglie, vivendo l’enorme delusione di Michela Moioli nello snowboardcross, l’Italia riparte e conquista il bronzo nella stessa disciplina con Omar Visintin, autore di una serie di gare strepitosa: il sogno era il doppio podio, ma Leoni esce dopo un’ottima semifinale. Occhi puntati anche sulla terza uscita di Francesca Lollobrigida, che chiude quarta su una distanza non sua (5.000m) e sul debutto del curling: Amos Mosaner, Joel Retornaz e compagni lottano come dei leoni, ma vanno ko contro la Gran Bretagna. Per il resto, azzurri in gara nel pattinaggio di figura (ottimo Grassl, 7°), nello skeleton e nella combinata dello sci alpino: schieriamo Innerhofer, che chiude 10° in una gara di medio-basso livello, vinta dall’austriaco Strolz davanti a Kilde e Crawford. Postilla sullo slittino: la staffetta avrebbe potuto regalarci soddisfazioni, ma senza Dominik Fischnaller (positivo al COVID dopo il bronzo) non siamo da podio e chiudiamo quinti. Rivivi le gare col LIVE di AdG!

15.34 – Rischia qualcosa, ma vince l’atteso oro la Germania, che fa quattro su quattro nello slittino: tempo di 3.03.408 e 80 millesimi sull’Austria, che è argento. Bronzo alla Lettonia e Italia quinta, a 1”446 dai vincitori. Chissà come sarebbe andata, con Dominik Fischnaller…

15.18 – Rieder e Kainzwaldner recuperano mezzo secondo ai russi, ma il margine subito in precedenza era troppo ampio: Italia seconda a 185 millesimi dalla Russia, e medaglie impossibili in questa Team Relay dello slittino.

15.16 – Quasi mezzo secondo di ritardo per Voetter. Ora Felderer per inseguire la rimonta, ma la situazione peggiora: quasi sette decimi di ritardo.

15.15 – Tocca all’Italia nel Team Relay dello slittino. Voetter, Felderer e il duo Rieder/Kainzwaldner dovranno battere il tempo della Russia: 3.04.667 per sognare le medaglie e poi aspettare Lettonia, Austria e Germania.

14.32 – Inizia la Team Relay dello slittino. Coi Fischnaller out (COVID) schieriamo Andrea Voetter, Leon Felderer e il doppio Rieder/Kainzwaldner. Medaglie molto difficili, la grande favorita è (ovviamente) la Germania. L’Italia scenderà per 11ma. 

14.14 – Sbriciola la concorrenza Irene Schouten, che chiude in 6.43.51 col nuovo record olimpico. Francesca Lollobrigida disputa una gara strepitosa, chiusa in 6.51.76 migliorandosi di TREDICI SECONDI! Finisce quarta a 1”7 dal podio, che prestazione! Oro a Schouten, argento Weidemann, bronzo Sablikova.

14.09 – Partenza rapidissima per Francesca Lollobrigida, che addirittura supera il secondo e mezzo di vantaggio dopo il primo km. Ottimo ritmo per l’azzurra, davanti rispetto a Weidemann anche dopo 2.5km. Cala nei giri seguenti, ma può andare tranquillamente sotto i sette minuti.

14.05 – Ci siamo, iniziano i 5.000m per Francesca Lollobrigida: sfiderà l’olandese Schouten, che può “trainarla” verso un personale al di sotto dei sette minuti. Medaglie difficili: dovrebbe fare meglio di 6’50”.

13.05 – Riprendono le gare per l’Italia, e riprendono dallo speed skating e dai durissimi 5.000m: nella sesta ed ultima serie troveremo Francesca Lollobrigida, che affronterà (ancora) l’olandese Schouten.

9.47 – Dopo il ko del curling, il programma di gare degli azzurri vive una lunga pausa: appuntamento alle 13 per i 5mila metri dello speed skating, con Francesca Lollobrigida. Alle 14.30 la Team Relay dello slittino, che chiuderà la sesta giornata delle Olimpiadi. 

9.44 – Si conclude qui un vibrante match tra Italia e Gran Bretagna. Gli scozzesi piazzano in extremis il punto della vittoria: azzurri sconfitti 7-5, dopo aver giocato alla pari per almeno sette end coi campioni d’Europa e vicecampioni mondiali.

9.30 – Nono end agrodolce per l’Italia. Gli azzurri raddrizzano una situazione complicata, che aveva visto i britannici piazzare prima quattro e poi tre stones in zona-punti, ma al tempo stesso ottengono un solo punto. Gran Bretagna avanti 6-5 e col vantaggio dell’ultimo tiro nel 10° e conclusivo end.

9.29 – Si è conclusa la 10km femminile a tecnica classica dello sci di fondo. Oro a Therese Johaug, che bissa la vittoria nello skiathlon: seconda Niskanen (+0.4) e terza l’altra finlandese Parmakoski (+31.5) per un solo decimo. Le azzurre: 26a Comarella (+2’39”), 35a Ganz (+3’02”), 37a DiCenta e 38a Scardoni (+3’03”). 

9.22 – Situazione estremamente complicata per l’Italia nel nono end: la Gran Bretagna ha quattro stone a punto a metà del periodo.

9.13 – Errore azzurro nell’ottavo end. La stone azzurra non riesce a fare il suo dovere, non sfruttiamo il vantaggio dell’ultimo tiro e dell’hammer, e la Gran Bretagna marca un altro punto. Scozzesi sul 6-4.

8.58 – Due punti nel settimo end per la Gran Bretagna, che sfrutta nel migliore dei modi l’ultimo tiro a suo favore. Britannici avanti per la prima volta, col punteggio di 5-4.

8.45 – Un punto per l’Italia nel sesto end del #curling: azzurri avanti 4-3 sulla Gran Bretagna in un match combattutissimo. Retornaz, Mosaner e compagni stanno giocando alla pari coi campioni d’Europa e vicecampioni del mondo.

8.28 – Aggiornamento dal curling: manche nulla nel quinto end, punteggio che resta sul 3-3 tra Italia e Gran Bretagna.

8.23 –  BRONZOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!  Uno strepitoso Omar Visintin conquista la medaglia di bronzo nello snowboardcross maschile, sconfiggendo l’austriaco Lueftner in un duello all’ultimo respiro per il podio! Ottava medaglia azzurra. L’oro va ad Haemmerle, che sconfigge al fotofinish Grondin, dominatore del seeding round. 

8.18 – In corso la 10km tecnica classica dello sci di fondo femminile. Schieriamo Comarella, Martina Di Centa, Ganz e Scardoni.

8.17 – Sfortunato Leoni nella finalina 5/8° posto. Una caduta lo taglia fuori dalle prime due posizioni. Si rialza, ma arriva solo terzo

8.06 – Ottimo quarto end della Gran Bretagna, che marca due punti. Mentre si avvicina la metà del match (sui 10 end), italiani e britannici sul 3-3 nel debutto della nazionale azzurra di curling.

8.05 – I magnifici quattro della finale dello snowboardcross: Grondin, Haemmerle, Lueftner e Visintin. Forza Omar!

8.04Strepitosa manche degli azzurri Visintin e Leoni, che lottano e danno tutto. Passa solo il primo, mentre Tommaso chiude in quarta posizione dopo uno strepitoso recupero che l’aveva portato anche in testa. Visintin in finale a giocarsi una medaglia!

7.59 – Grondin e Haemmerle avanzano alla finalissima dello snowboardcross. Ora la seconda semifinale, con Visintin e Leoni pronti a sfidare l’austriaco Lueftner, secondo nel seeding round.

7.55 – Ufficialmente conclusa una combinata dal livello tendente al basso. Oro all’austriaco Johannes Strolz, fuori squadra nello slalom e schierato qui, ce fa la storia: vince là dove aveva già trionfato papà Hubert (Calgary 1988), diventando il primo figlio d’arte capace di ripetere le gesta del genitore nella storia delle Olimpiadi. Argento a Kilde (+0.59) e bronzo a Crawford (+0.68), discesisti che precedono Murisier e Schwarz. Mestamente 10° Innerhofer, che ha subito un distacco di 4”37 dopo una legnosa prova nello slalom. Out Pinturault, Meillard, Aerni e Philp. Solo 16 atleti all’arrivo su 27 iscritti.

7.50 – Ottimo terzo end per l’Italia del curling: Retornaz e compagni marcano un punto, azzurri avanti 3-1.

7.48 – CAPOLAVORO AZZURRO! Passano sia Visintin che Leoni, che volano a braccetto in semifinale sconfiggendo il francese le Blé.

7.35 – Punto in extremis per la Gran Bretagna al termine del secondo end. Italcurling avanti 2-1.

7.33 – Osa troppo nello slalom ed è out Pinturault. Il podio sembra ora blindato: oro a Strolz, argento a Kilde, bronzo a Crawford. Uno slalomista e due discesisti che si sono ben comportati in slalom.

7.31 – Buone notizie dal curling: l’Italia sfrutta il vantaggio dell’ultimo tiro e ottiene due punti dal primo end, molto tattico e giocato sul filo del rasoio. Azzurri avanti 2-0 sulla Gran Bretagna, campionessa d’Europa e argento mondiale.

7.29 – Ironia della sorte, e con un pizzico di sfortuna, Leoni e Visintin saranno nello stesso quarto di finale dello snowboardcross.

7.28 – Non parte per l’ultimo ottavo di finale dello snowboardcross Filippo Ferrari, dopo la brutta caduta nella seconda manche del seeding round. Ai quarti dunque i soli Visintin e Leoni, visto che è stato eliminato anche Sommariva.

7.26 – Molto legnoso Innerhofer in slalom, disciplina in cui d’altronde non si allena da parecchio, visto che la combinata manca dal calendario da due anni. L’azzurro chiude a 4”37 da Strolz, con un tempo di manche superiore di quattro secondi a quello dell’austriaco.

7.24 – Vola ai quarti dello snowboardcross anche Omar Visintin, che vince il sesto ottavo di finale.

7.23 – Buona manche di Strolz, che rifila 59/100 a Kilde. Subito dopo tocca a Schwarz, il grande favorito, che però deve arrendersi al compagno e al norvegese: chiude quarto a 1”28, dietro anche a Crawford!

7.21 – Sorpresa nello snowboardcross: Tommaso Leoni, 19° nel seeding round, vince autorevolmente il suo ottavo di finale e vola ai quarti. Si inverte completamente il campo-partenti nella quinta serie: l’altro qualificato è il francese le Blé, 30° nelle qualificazioni.

7.20 – Primo slalomista in gara, l’austriaco Strolz: deve rimontare 75/100 a Kilde, che guida col tempo complessivo di 2.32.02.

7.15 – Inizia lo slalom della combinata. Per evitare di favorire eccessivamente gli slalomisti, non c’è inversione: avvia dunque le danze Kilde, leader dopo la discesa libera. Tempo di 2.32.02 e 48”90 nello slalom. 

7.06 – Gravissimo errore di Lorenzo Sommariva, che va out ed è ufficialmente eliminato negli ottavi dello snowboardcross. Inizia nel peggiore dei modi il cammino degli azzurri, con l’uscita di scena di uno dei nostri atleti più quotati.

7.05 – Inizia il cammino dell’Italia nel curling maschile: Retornaz, Mosaner, Arman, Gonin e Giovannella (bronzo agli Europei) sfidano la Gran Bretagna campionessa d’Europa. Forza ragazzi!

7.00 – Iniziano gli ottavi dello snowboardcross maschile: Sommariva sarà nella seconda serie, Leoni nella quinta, Visintin nella sesta e Ferrari (caduto nella seconda run del seeding round) nell’ultima.

6.45I prossimi appuntamenti per l’Italia: alle 7 gli ottavi dello snowboardcross (Visintin, Sommariva, Leoni, Ferrari), alle 7.05 il debutto del curling maschile contro la Gran Bretagna, alle 7.15 lo slalom della combinata (Innerhofer 7°).

6.33 – Il risultato di Daniel Grassl, oltre che per il suo punteggio nel libero (4° assoluto), è strepitoso per altri due motivi: la sua età (19 anni), che lo rende uno dei papabili “grandi” dell’Italia a Milano/Cortina 2026, e il ritorno di un azzurro nella top-10 del pattinaggio di figura dopo 70 anni!

6.30 – Mai in discussione l’oro di Nathan Chen, dominatore del pattinaggio di figura: 332.60pti per lo statunitense, che precede i giapponesi Kagiyama (310.05) e Uno (293), con l’altro nipponico Hanyu quarto. Settimo Daniel Grassl, col quarto miglior punteggio nel libero (187.43) e un totale di 278.07pti. 16° Matteo Rizzo coi suoi 247.53pti.

6.00 – Scala posizioni su posizioni Daniel Grassl dopo il suo strepitoso programma libero da 187.43pti: l’azzurro esce solo ora dalla top-3 e dalla green room dei possibili medagliati, quando mancano i tre atleti che si giocheranno il podio. Finirà, alla peggio, in 7a posizione: era 12° dopo il corto.

5.37 – Migliora il suo piazzamento Tommaso Leoni nella seconda manche del seeding round dello snowboardcross: l’azzurro sale in 19a posizione, mentre Ferrari (caduto) resta 31° e ultimo. Lo ricordiamo: Visintin si era piazzato 6°, 9° Sommariva. Dalle 7 gli ottavi. 

5.17 – La FISI ufficializza il quartetto del Super-G femminile di domani: Bassino, Brignone, Curtoni, Marsaglia.

5.10 – Si è conclusa la prima run del seeding round dello snowboardcross, dominata dal canadese Grondin (1.16.29), che trasforma i primi 16 nelle teste di serie degli ottavi: Visintin (+1.39) e Sommariva (+1.69). Indietro Leoni (23°) e Ferrari (31°), che effettueranno anche la seconda manche.

4.59 – Strepitoso programma libero per Daniel Grassl: l’azzurro disputa un grandissimo esercizio sulle note di “Interstellar” e “Armageddon”: punteggio di 187.43 che, sommato al corto, genera un totale di 278.07. Guida la classifica del pattinaggio di figura maschile quando mancano i migliori dieci.

4.55 – Si conclude la seconda manche dello skeleton. In testa sempre il tedesco Grotheer in 2.00.33, con 70/100 sul connazionale Jungk e 75/100 sul cinese Yan Wengang. Gli azzurri: 11° Amedeo Bagnis a 1”91, 15° Mattia Gaspari a 2”18. Domani le ultime due manches.
4.49 – Dopo la discesa della combinata alpina, guida Kilde in 1.43.12. Seguono i canadesi Crawford (+0.02) e Seger (+0.42), che precedono i primi slalomisti: 4° Strolz a 75/100 davanti a Schwarz (+0.95) e Murisier (+1.02). Sono loro i candidati al podio col norvegese. 7° Innerhofer, staccato di 1”07 dopo una discesa non esaltante. Malissimo Pinturault, 11° a 1”92: peggio fanno Philp e Aerni, vicini ai quattro secondi di ritardo. Alle 7.15 lo slalom.

4.30 – Una notizia dallo sci alpino e dai colleghi inviati a Pechino: Sofia Goggia ha deciso di non prendere rischi e rinuncia al Super-G. Tenterà il tutto per tutto per partecipare alla “sua” discesa, prevista per il 15 febbraio.

4.27 – Combinata alpina momentaneamente interrotta per la caduta dello svizzero Chabloz, che è piombato a tutta velocità nelle reti, restando impigliato con gli sci. L’elvetico sembra aver subito il contraccolpo sulle braccia, e uscirà in barella.

4.25 – Il prossimo atleta in gara nel pattinaggio di figura sarà l’altro azzurro: Daniel Grassl, 12° nello short program, si esibirà sulle note di “Interstellar” e “Armageddon”.

4.22 – Si è concluso il free program per Matteo Rizzo nel pattinaggio di figura. L’azzurro danza sulle note di “Two Men in Love” con una coreografia studiata insieme al padre Valter e ad Andrej Hotarek, e chiude in 4a posizione provvisoria: punteggio di 158.90 nel libero, 247.53pti totali.

4.15 – Inizia il seeding round dello snowboardcross. L’Italia schiera Sommariva, Visintin, Leoni e Ferrari.

4.02 – Male anche Pinturault, che subisce 1”92 di ritardo ed è lontanissimo da Strolz (75/100), Schwarz (95/100) e Murisier (1”02).

4.00 – Prova estremamente deludente di Innerhofer. 1”07 di ritardo da Kilde, perdendo tantissimo nel finale. Si trova alle spalle degli slalomisti, in 6a posizione…

3.59 – Tocca a Christof Innerhofer, unico azzurro nella combinata. Il tempo da battere è sempre l’1.43.12 di Kilde, che precede di 2/100 Crawford.

3.55 – Tempo di 1.43.12 per Kilde, margine di 75/100 su Strolz. Davvero esiguo in vista dello slalom. Ora Crawford e poi Innerhofer.

3.54 – Tocca a Kilde. Il tempo da battere è l’1.43.87 dell’austriaco Strolz, che precede gli altri slalomisti Schwarz (+0.20) e Murisier (+0.27).

3.33Il coraggioso israeliano Szollos, apripista della combinata, chiude in 1.45.04, Feuz aveva vinto l’oro in 1.42.69. Christof Innerhofer scenderà col pettorale numero 12.

3.28 – Tra pochi istanti inizierà la (bistrattata) combinata maschile, assente dalla CdM da due anni: solo 27 atleti iscritti, pochissimi grandi nomi (Pinturault, Schwarz, Meillard, Kilde), nessuno statunitense e tanti carneadi. L’Italia schiera Innerhofer, che proverà a rilanciarsi dopo le uscite di pista in Super-G e discesa.

3.43 – Primo tempo interessante in combinata. Marco Schwarz, slalomista e combinatista, chiude in 1.44.07, rifilando 47/100 al ceco Zabystran. Lo batte subito il connazionale Strolz: tempo di 1.43.87.

3.23 – Si è conclusa la prima manche dello skeleton maschile. In testa il tedesco Grotheer, tempo di 1.00.00 e 36/100 sul russo Tretiakov. Gli italiani: 10° Amedeo Bagnis a 1”05, 12° Mattia Gaspari a 1”2. Alle 4 la seconda (di quattro) manches.

2.31 – Inizia la giornata di gare, con lo skeleton maschile: i nostri Bagnis e Gaspari andranno in pista per 16° e 17°. Inizia anche il free program del pattinaggio di figura maschile: Matteo Rizzo e Daniel Grassl saranno il 12° e il 13° in gara.

2.25 – I media russi retrodatano la positività di Valieva, legata alla trimetazidina (farmaco anti-angina e stimolante cardiaca), allo scorso dicembre. Il caso si infittisce e c’è un problema legale: da regolamento internazionale, nessun atleta minore di 16 anni può essere squalificato per doping. E, inoltre, per presentare atleti ai Giochi come ROC, la Russia aveva garantito la loro assoluta negatività a qualsiasi sostanza dopante e/o proibita…

2.23 – Il doping sfiora le Olimpiadi. Al centro di una possibile positività la 15enne Kamila Valieva, gioiello del pattinaggio di figura russo che aveva trascinato i suoi alla vittoria nel Team Event eseguendo un quadruplo. Rimandata e sospesa la cerimonia di premiazione. Alle 6 il CIO annuncerà la decisione sulla giovane stella. 

2.20 – La giornata si concluderà col Team Relay dello slittino, dove mancheranno Kevin e Dominik Fischnaller (COVID). L’Italia schiera Leon Felderer al maschile, Andrea Voetter al femminile e il doppio Rieder/Kainzwaldner, e difficilmente sarà da podio. Appuntamento alle 14.30

2.15 – Si riprende, dopo una lunga pausa, alle ore 13: occhi puntati sui 5.000m dello speed skating, con Francesca Lollobrigida.

2.10 – Alle 8, invece, lo sci di fondo e la 10km femminile: schieriamo Caterina Ganz, Anna Comarella, Martina Di Centa e Lucia Scardoni.

2.05 – L’Italia ritrova anche il curling, con la prova a squadre maschile: debutto per gli azzurri, che alle 7.05 sfidano la Gran Bretagna. Oltre ad Amos Mosaner, reduce dall’oro nel misto, in squadra Joel Retornaz (skip), Sebastiano Arman, Simone Gonin e Mattia Giovanella. Siamo reduci dal bronzo agli Europei.

2.00 – Alle 4.15 inizia, col seeding run, la giornata dello snowboardcross maschile: schieriamo Filippo Ferrari, Tommaso Leoni, Lorenzo Sommariva e Omar Visintin. Alle 7 gli ottavi, dalle 7.37 i quarti, semifinali dalle 7.58 e finalissima prevista intorno alle 8.15.

1.55 – Appuntamento anche con lo sci alpino e con la (bistrattata) combinata alpina, che vede solo 27 atleti al via (molti carneadi) e la rinuncia di Odermatt: i favoriti sono Pinturault e Schwarz e l’Italia schiera Innerhofer, reduce da due uscite in discesa e Super-G. Alle 3.30 la discesa, slalom dalle 7.15.

1.50 – Alla stessa ora inizia il lungo percorso del pattinaggio di figura maschile, col programma libero: Daniel Grassl e Matteo Rizzo partono dalla 12a e 13a posizione.

1.45 – Lo skeleton inaugura la giornata di gare azzurra, con la prova maschile: prima manche alle 2.30, seconda (di quattro) alle 4. Schieriamo Amedeo Bagnis e Mattia Gaspari.

OLIMPIADI INVERNALI: ULTIME NEWS E RISULTATI

News sulle Olimpiadi Invernali Pechino 2022 tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagram.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Curling