Una strepitosa manche in slalom regala l’oro a Giacomo Bertagnolli e Andrea Ravelli, che vincono la combinata delle Paralimpiadi di Pechino 2022. Seconda medaglia per l’Italia, che resta invece a secco nello snowboardcross: Luchini va out in semifinale. 

Sci alpino paralimpico

SCI ALPINO: BERTAGNOLLI/RAVELLI ORO IN COMBINATA!

Riavvolgiamo il nastro e torniamo a quattro anni fa, alle Olimpiadi invernali di PyeongChang: Giacomo Bertagnolli, allora al fianco di Fabrizio Casal, era salito sul podio in tutte le discipline tranne una. La super-combinata. Quattro anni dopo, quella piccolissima “macchia” sul suo curriculum (si scherza, ndr) viene cancellata con una strepitosa manche in slalom: Jack, sapientemente guidato da “Ryan” Ravelli, rimonta dalla terza posizione con una prova coraggiosa, nella quale si prende i dovuti rischi e mette in mostra doti da super-slalomista. La super-combinata (anticipata ad oggi per l’innalzamento delle temperature previsto per martedì e mercoledì, ndr) è sua, complice anche l’uscita di scena del francese Deleplace, che aveva dominato il Super-G rifilando un secondo e mezzo ai rivali: Bertagnolli precede Aigner e Simpson, regalando la seconda medaglia all’Italia col tempo di 1.49.80. Un oro e un argento, entrambe firmate da Jack e Ryan nella categoria visually impaired.

Out invece Martina Vozza, che viene tradita dalla pressione ed esce di scena subito nel Super-G: per la 17enne, in gara nelle visually impaired con la guida Ylenia Sabidussi, il poco invidiabile score di tre uscite di scena in tre prove. Out anche l’altra chance di medaglia azzurra, oltre a Bertagnolli-Ravelli: René De Silvestro, campione del mondo della disciplina, commette un errore fatale nel Super-G dei sitting. Strepitosa prestazione, invece, per Federico Pelizzari nella categoria standing: l’azzurro, 13° dopo il Super-G, rimonta fino alla 5a posizione col terzo tempo di manche nello slalom e 5″63 di ritardo dal vincitore annunciato, il francese Bauchet. Out invece Davide Bendotti, che si era piazzato 21° nella prova veloce.

SNOWBOARDCROSS: LUCHINI OUT IN SEMIFINALE

Termina in semifinale l’avventura di Jacopo Luchini nello snowboardcross, categoria SB-UL. L’azzurro, vincitore della CdM che cercherà la sua rivincita nel banked slalom, si arrende allo strapotere cinese nel penultimo atto. Nei quarti va in scena un derby tutto italiano, con gli azzurri Luchini (5° nel seeding round), Moro (12°) e Cardani (13°) opposti al cinese Ji. L’atleta asiatico rischierebbe di essere esposto a giochi di squadra, ma brucia i nostri portacolori con uno scatto bruciante: solo Luchini resta in scia, chiudendo secondo e passando in semi, mentre Mirko Moro e Riccardo Cardani vengono eliminati.

In semifinale, Jacopo è sfortunatissimo: un contatto e una caduta lo tagliano subito fuori dai giochi, col terzo posto alle spalle dei cinesi Zhu e Ji. Una review della corsa, dovuta alla caduta causata dal secondo atleta di casa, regala un’effimera speranza che non si tramuta in realtà: Jacopo Luchini out in semi e finale tutta cinese, con Zhu e Ji opposti ai connazionali Wang e Zhang. Un risultato che scatena le inevitabili polemiche, sia per l’eccessiva aggressività degli atleti asiatici in gara e per qualche contatto proibito, sia per la gestione cinese delle gare stesse: dalla preparazione “segreta” delle tavole (si sospetta l’uso di sciolina, vietata), al numero di concorrenti (6 contro 3), alle assenze prolungate dalle gare. I padroni di casa, infatti, hanno boicottato la CdM per tre anni, preparandosi di fatto proprio sul campo di gara di Zhangjiakou. E vengono accusati di “disonestà” dai rivali.

PARALIMPIADI PECHINO 2022: NEWS, RISULTATI E MEDAGLIERE AGGIORNATO

News sulle Paralimpiadi di Pechino 2022 tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitter, Instagram e YouTube.

Marco Corradi
31 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Collaboro con AlaNews e l'Interista

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.