Olimpiadi Tokyo 2020, scherma: doppia beffa per l’Italia. Dopo l’argento di ieri dello sciabolatore Luigi Samele, la fiorettista Alice Volpi e lo spadista Andrea Santarelli chiudono al quarto posto.

La delusione di Santarelli dopo la sconfitta in semifinale contro Siklosi (fonte: pagina Facebook ufficiale FIE)

Olimpiadi, scherma: quarto posto per Alice Volpi e Andrea Santarelli

Doppia beffa per gli azzurri alla seconda giornata del torneo di scherma delle Olimpiadi di Tokyo 2020. Reduce dalla medaglia d’argento di Luigi Samele nella sciabola maschile individuale, ieri all’esordio nella kermesse olimpica, l’Italia chiude due volte al quarto posto: con Alice Volpi nella fioretto femminile e con Andrea Santarelli nella spada maschile.

La senese classe ’92, alla prima Olimpiade in carriera, ha visto sfumare la medaglia di bronzo all’ultima stoccata, quella del 15-14 inferta dalla russa Larisa Korobejnikova nella finalina per il terzo-quarto posto. Cui Volpi è giunta dopo la sconfitta, 15-10, rimediata in semifinale per mano dell’altra russa, campionessa olimpica a Rio 2016, Inna Deriglazova (poi argento; dietro la statunitense Lee Kiefer, d’oro). In precedenza, l’azzurra iridata a Wuxi 2018, eliminata agilmente l’ungherese Kata Kondricz, 15-5 nel primo assalto di giornata, aveva superato la tedesca Leonie Ebert, 15-13, per raggiungere i quarti. Turno nel quale è andato in scena un rocambolesco derby italiano, tra Volpi e Arianna Errigo. Quest’ultima, dopo uno svantaggio shock di 10-0, ha clamorosamente cercato la rimonta, accorciando le distanze fino al 11-7. L’argento olimpico individuale di Londra 2012 si è però dovuta arrendere al contro-parziale della compagna di colori, abile nel chiudere l’assalto sul 15-7.

In precedenza, Errigo si era imposta con un roboante 15-2 sull’egiziana Yara Elsharkawy, avendo quindi la meglio della canadese Jessica Guo, 15-8. Costretta alla resa nel tabellone delle trentadue, invece, Martina Batini, 15-10 contro l’ungherese Fanni Kreiss.

Il derby azzurro tra Alice Volpi ed Arianna Errigo (fonte: pagina Facebook ufficiale FIE)

Medaglia di legno, la seconda di giornata in casa FederScherma, anche per lo spadista Andrea Santarelli. L’argento nella prova a squadre dei Giochi di Rio 2016, sconfitto 15-10 all’esordio il russo Sergey Khodos e quindi per 15-11 il francese Alexandre Bardenet, si è imposto ai quarti, con una coriacea rimonta, chiusa sul 15-13, sul nipponico Masaru Yamada. Nel match valevole il pass per la finale, Santarelli è stato sconfitto dall’ungherese Gergely Siklosi (poi argento; alle spalle del francese Romain Cannone, medaglia d’oro), abile nel contenere i tentativi di rimonta dell’azzurro, fino al definitivo 15-10. Dirottato alla finalina per il terzo posto, Santarelli si è esibito in un assalto particolarmente equilibrato contro l’ucraino Ihor Rejzlin, che è poi riuscito a costruirsi il giusto vantaggio, chiudendo l’incontro sul 15-12.

Eliminati invece nel primo assalto di giornata, al tabellone dei trentadue, Enrico Garozzo e Marco Fichera; sconfitti, rispettivamente, 15-12 dal giapponese Koki Kano e 15-7 dal kazako Ruslan Kurbanov.

Andrea Santarelli sulle pedane di Tokyo 2020 (fonte: pagina Facebook ufficiale FIE)

Olimpiadi Tokyo 2020: news, risultati e medagliere aggiornato 

News sulle Olimpiadi di Tokyo 2020 tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitter, Instagram e YouTube.

Niki Figus
Giornalista pubblicista. Naufrago del mare che sta tra il dire e il fare. Un libro, punk-rock, wrestling, carta e penna.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.